Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il Team Alice positivo per l'appuntamento cinese

Il Team Alice positivo per l'appuntamento cinese

Con il Gran Premio di Estoril come punto di partenza, dove i piloti dell'Alice Team Toni Elias e Sylvain Guintoli si sono piazzati rispettivamente al 12esimo e al 14esimo posto, adesso l'obiettivo è la top ten, e il Gran Premio Pramac di Cina può essere lo scenario giustoareggiato e migliorato le proprie migliori prestazioni della stagione 2008, la MotoGP cambia continente per il Gran Premio Pramac della Cina

Con il Gran Premio di Estoril come punto di partenza, dove i piloti dell'Alice Team Toni Elias e Sylvain Guintoli si sono piazzati rispettivamente al 12esimo e al 14esimo posto, adesso l'obiettivo è la top ten, e il Gran Premio Pramac di Cina può essere lo scenario giustoareggiato e migliorato le proprie migliori prestazioni della stagione 2008, la MotoGP cambia continente per il Gran Premio Pramac della Cina - considerando anche il lungo rettilineo che dovrebbe favorire le Ducati(1202m).

Luis d'Antin, il Team Principal, ha dichiarato parlando della sfida in terra asiatica: `Siamo molto felici che Alice e Pramac, entrambi sulle carene della nostra Ducati GP8 SAT, siano main sponsor di vari Gran Premi del Campionato del Mondo MotoGP´.

`Ci riempie di orgoglio avere due brand cosi prestigiosi e anche per questo dobbiamo lavorare sempre più sodo per migliorarci in pista. All'Estoril sembra che lo cose abbiano preso la direzione giusta per noi, infatti, sia Toni (Elias) che Sylvain (Guintoli) hanno diminuito sensibilmente i loro distacchi dai primi mantenendo un buon ritmo di gara,´ ha continuato.` Inoltre, i primi tre round corsi fino a questo momento, non sono mai stati favorevoli alla Ducati e alle Bridgestone, al contrario del circuito della Cina dove il pacchetto tecnico a nostra disposizione dovrebbe risultare molto più efficace´.

Toni Elias, che lo scorso anno non ha avuto molta fortuna in questo appuntamento ha dichiarato: `Si l'anno scorso proprio non sono stato fortunato. Alla prima curva mi sono toccato con Nicky (Hayden) e sono uscito di pista. Peccato davvero ma conto di rifarmi quest'anno. La pista mi piace molto è un giusto mix di curve veloci e lente´.

`E poi c'è il lungo rettilineo dove ricordo bene che le Ducati l'anno scorso erano davvero veloci. La parte più importante del circuito è però secondo me l'ultima curva che ti porta al rettilineo: se la prendi bene ti può far guadagnare tempo prezioso e può essere davvero efficace nel caso di un arrivo in gruppo. Già all'Estoril abbiamo fatto buoni passi in avanti. Anche il test è andato bene e l'obiettivo primario in Cina sarà raggiungere il set up che ci possa permettere di essere competitivi sin dal venerdì´.

Sylvain Guintoli, che non disdegna affatto il tracciato di Shanghai ha detto: `È vero, in Cina ad ogni instante può incominciare a piovere, e visto come sono andato nel warm up dell'Estoril con pista bagnata, possiamo pensare positivo se un giorno incontrassimo una gara con pista bagnata´.

`Mi piace la pista di Shanghai e sono sicuro che la potenza della nostra Ducati Desmosedici GP8 SAT ci aiuterà molto. Qui l'anno scorso sul lungo rettilineo principale, la loro velocità era impressionante. Anche le Bridgestone vanno molto bene qui. All'Estoril abbiamo trovato qualche soluzione molto interessante e confidiamo di continuare a fare progressi anche a Shangai. I miei tecnici e il Team si meritano un buon risultato e darò il massimo per ottenere un buon piazzamento´.

Tags:
MotoGP, 2008

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›