Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lorenzo potrà correre nonostante la frattura alla caviglia

Lorenzo potrà correre nonostante la frattura alla caviglia

La Clinica Mobile valuterà le condizioni di Lorenzo nella mattinata di sabato, dopo un venerdi di recupero per lo spagnolo.

Si possono finalmente tirare le conclusioni sull'infortunio in cui è incorso oggi Jorge Lorenzo nella sessione d'apertura della MotoGP, con lo spagnolo sottoposto a raggi-X e altri esami presso l'ospedale Huashan a Shanghai.

Una mini frattura nella sua caviglia sinistra e un grande dolore in quella destra sono le conseguenze dirette della caduta spettacolare del pilota Fiat Yamaha M1. La parte superiore del suo corpo è rimasta ben protetta, si temeva infatti soprattutto per l'avambraccio appena operato.

Nonostante non abbia corso nella seconda sessione libera di oggi, è possibile che domani torni in pista. Il dottor Claudio Macchiagodena ha sorprendentemente dichiarato che il vero problema deriva dalla botta alla caviglia destra e non dalla da quella sinistra - in cui ha riportato una frattura.

`Il vero problema penso sia nella caviglia destra, dove non ci sono fratture, perchè in questo momento il pilota sente parecchio dolore, e non sono sicuro sarà in grado di correre domani nella sessione di qualifica,´ ha detto l'esperto italiano dopo che il suo assistito è tornato nel paddock di Shanghai.

`ha una piccola frattura nella caviglia sinistra, ma penso saremo in grado di superare questo problema visto che i piloti sono abituati a correre in queste condizioni. È tranquillo al momento, e non più arrabbiato per quanto accaduto´.

` Non faremo nessuna infiltrazione, in questi casi molto meglio intervenire con una terapia antinfiammatoria, ghiaccio e massaggi per capisci. Domattina prenderemo una decisione. Se il dolore sarà diminuito lo aiuteremo a scendere in pista, in caso contrario penso si ameglio aspettare. Ad ogni modo l'ultima parola spetta al pilota´.

Il Team Manager di Lorenzo Daniele Romagnoli ha espresso il suo pensiero sull'accaduto, convinto che si tratti più di un eccesso di sicurezza del pilota, rispetto ad un problema tecnico.

`Posso solo dire che era un po' troppo confidente con l'entrata nella seconda curva; ha perso aderenza ed è successo,´ ha detto Romagnoli. `Dobbiamo solo attendere e sperare che Jorge possa correre domani´.

Tags:
MotoGP, 2008, PRAMAC GRAND PRIX OF CHINA, Jorge Lorenzo, Fiat Yamaha Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›