Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

L'esperienza di Yamano al servizio di Repsol Honda

L'esperienza di Yamano al servizio di Repsol Honda

Kazuhiko Yamano entrò in Honda a soli 19 anni, e 25 anni dopo è il Team Manager della squadra ufficiale in MotoGPand 25 years later he is the Repsol Honda Team Manager in MotoGP.

Avendo iniziato a lavorare per la Honda nei primi anni '80, dal 1991 Kazuhiko Yamano è stato meccanico del leggendario Mick Doohan per poi lavorare con piloti come Sete Gibernau, Taddy Okada e Tohru Ukawa.

Il suo impressionante curriculum include quattro stagioni come Team Manager della HRC per la 8 ore di Suzuka, prima di approdare all'attuale ruolo di Team MAnager per la Repsol Honda in MotoGP.

Lei è stato meccanico per Doohan, capo meccanico di Ukawa, membro del gruppo di sviluppo con Okada e Gibernau, e capo del team. Adesso dirige una delle squadre più forti del mondiale in MotoGP. Come gestisce tutta questa responsabilità?
`Il mio sogno era di diventare un giorno il capo di un team nella massima categoria con HRC. Molta gente vorrebbe questo lavoro. Ma non era solo il mio sogno. Ho dovuto salire molti gradini da quando ho iniziato come meccanico, prima di diventare team manager. Un passo alla volta, e adesso sono felice. Non mi pongo obiettivi, voglio continuare a migliorare. Nel passato tutti i team manager erano ingegneri, ma io vengo dal mondo dei meccanici. Voglio insegnare a tutti i giovani meccanici, e a tutti, che un meccanico può diventare un team manager, se lavora duro e ha ambizioni sufficienti´.

Ha lavorato in differenti aree del team, suppongo che ora avrà una visione a 360º della squadra. Questo le rende il lavoro più semplice?
`Grazie alla mia esperienza come meccanico, capisco i meccanici, e i piloti, anche perchè la loro relazione è molto stretta. Ancora di più se sei capo meccanico. Posso comprendere tutti i punti di vista del team´.

Ha lavorato con molti piloti. Quale lo ha impressionato di più?
`Penso che Mick Doohan sia quello che mi ha maggiormente impressionato, perchè dopo l'incidente del 1992 è tornato e ha vinto il titolo per ben 5 volte. Aveva motivazioni incredibili, e me lo ha dimostrato, aveva un grande spirito combattivo´.

In Qatar, Dani Pedrosa ha detto, `ora ho capito il vero significato di far parte di HRC´. Ci sono stati mesi difficili in prestagione, ma ora Honda sembra non avere problemi. Molti dicono che dietro a questi grandi risultati ci sia una figura, lei. Che ne pensa?
`Non sono solo io a fare tutto il lavoro. HRC è una grande impresa e dobbiamo dimostrare a tutti chi siamo. Non un'approsimazione, ma una visione chiara di quello che è necessario. Io faccio solo il mio lavoro, ma tutti hanno e stanno facendo quanto di meglio ci si aspetta da loro´.

Lo scorso anno, la RC212V aveva più problemi di quanto ci si aspettasse e la moto ha continuato lo sviluppo. Cosa pensa della moto oggi? Qual è il suo vero potenziale?
`Lo scorso anno con le nuove regole abbiamo creato un nuovo prototipo e non volevamo ricominciare tutto da capo questa stagione. Abbiamo utilizzato il lavoro già fatto e siamo ripartiti da li per sviluppare la moto. Alla domanda se potevamo vincere il campionato del mondo con questa moto non so rispondere con certezza. Dobbiamo provare ancora molti pezzi nuovi, e questo richiede tempo´.

Qual è la sua opinione su Dani Pedrosa e Nicky Hayden?
`Entrambi sono piloti talentuosi e forti mentalmente, sebbene con differenti caratteri. Ho imparato molto da Dani è veramente un pilota intelligente. Nicky è molto aggressivo, e da grandi motivazioni al team´.

Era già in HOnda quando esisteva la categoria 500, poi la MotoGP, ora la 800. Come vede il Campionato del Mondo in questo momento?
`Capisco bene il cambio fatto con i motori 4 tempi, perchè sono motori meno inquinanti. E il passaggio alle 800 è dovuto totalmente alla sicurezza dei piloti´.

Come pensa del controllo di trazione?
`Penso sia molto importante per la sicurezza dei piloti, quindi bene cosi´.

Lo scorso anno, Bridgestone era visibilmente meglio di Michelin, e alcuni team hanno deciso di cambiare. Honda ha vinto gli ultimi campionati con il brand francese. Il team è soddisfatto di questa scelta?
`Sono molto contento. Le performance di Michelin sono grandiose. Non so cosa sia successo lo scorso anno, non ero il team manager, ma quest'anno stiamo facendo un grande lavoro insieme´.

Può dirci qualcosa riguardo il motore?
`Il nostro lavoro è quello di costruire una moto capace di vincere. Non importa quale motore utilizzi, se sia pneumatico o standard´.

Quale moto pensa sia più forte al fine della conquista del Campionato del Mondo: Ducati o Yamaha?
`Entrambe sono molto forti, hanno moto molto performanti, e grandi piloti tra le loro file´.

Tags:
MotoGP, 2008, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›