Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I responsabili della FIM analizzano il tracciato di MotoGP del IMS

I responsabili della FIM analizzano il tracciato di  MotoGP del IMS

Il responsabile della sicurezza della FIM, Claude Danis, ha analizzato il tracciato di MotoGP di Indianapolis durante il primo test ufficiale di scena lo scorso martedi e mercoledi.

Il circuito di Indianapolis accoglierà il prossimo 14 settembre la 14ª tappa del Campionato del Mondo di MotoGP del 2008. Claude Danis, responsabile della sicurezza della FIM, ha approfittato delle recenti sessioni per verificare le modifiche effettuate.

Il tracciato, che conta 16 curve, si è adeguato rapidamente alle esigenze della FIm in materia di sicurezza. ` Un lavoro eccellente.´ lo ha definito Danis. `Tutto è come avevamo accordato l'ultima volta che sono stato qui´.

Tra i cambi effettuati troviamo anche la collocazione di erba sintetica nelle curve 1 e 16, le linee che delimitano la pista nelle vicinanze del muro, l'installazione di cordoli nel tracciato e l'eliminazione degli stessi nella parte dell'ovale.

`Credo che i piloti rimarrano soddisfatti di questa pista´ ha affermato Danis. `È molto esigente come tracciato e sarà davvero interessante vedere come si comporterà la MotoGP qui´.

Ben Spies, pilota della Suzuki che ha completato i recenti test mettendo a referto più di 200 giri, si è detto contento dei miglioramenti apportati a livello di sicurezza: `Credo che le vie di fuga siano ottime, l'area di fuga per la prima curva è enorme. In più c'è erba da ogni parte´.

`È vero che il rettilineo principale si corre in mezzo a due muri, ma con le moto di oggi non ci sarà nessun problema ad andare semplicemente dritti´.

Tags:
MotoGP, 2008

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›