Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Quinta pole consecutiva per Casey Stoner

Quinta pole consecutiva per Casey Stoner

La sessione di qualifica del Red Bull U.S. Grand Prix di scena a Laguna Seca, assente uno dei grandi protagonisti: Dani Pedrosa.

Le tre prove precedenti non sembravano lasciare dubbi sulla pole position di Laguna Seca, e Casey Stoner (Ducati Marlboro) non ha voluto deludere nessuno. Miglior tempo e pronostico rispettato per il Campione del Mondo 2007, che conquista cosi la quinta pole consecutiva (Montemelo, Donington, Assen, Sachsenring e Laguna Seca).

Incredibile prestazione dell'australiano che a quaranta minuti dal termine, quindi ancora con pneumatici da gara, faceva già segnare il record assoluto con 1'21.374. Chiuderà a fine sessione con un tempo di 1'20.700.

È Valentino Rossi a conquistare nell'ultimo giro la seconda posizione, staccato di 447 millesimi con il Campione del Mondo 2006 Nicky Hayden a completare la prima fila.

Jorge Lorenzo è alla miglior posizione di partenza, la quarta, dal GP di Cina, mentre sono James Toseland su Tech3 Yamaha e Randy De Puniet (LCR Honda) a chiudere con il quinto e il sesto tempo assoluto.

Ben 13 piloti più rapidi della pole position dello scorso anno, appartenente a Casey Stoner, con Colin Edwards (Yamaha Tech3), Chris Vermeulen (Rizla Suzuki), Andrea Dovizioso (JiR Scot Team) e Toni Elias (Team Alice) a completare la top ten di queste qualifiche del Red Bull U.S. Grand Prix.

Shinya Nakano emula Anthony West ripetendo la medesima caduta dell'australiano su Kawasaki, senza riportare, fortunatamente, alcun danno. Il suo compagno di squadra Alex De Angelis, cade poco dopo, riportando invece la frattura del pollice sinistro. Entrambi i piloti del Team Gresini rischiano di sciupare l'occasione di conquistare la miglior posizione in griglia della stagione; dopo aver fatto benissimo nelle libere il giapponese trova solo il 12º tempo, mentre per il sanmarinese c'è solo la 16ª piazza. Cadono anche la wildcard Jamie Hacking e Toni Elias.

Tags:
MotoGP, 2008, RED BULL U.S. GRAND PRIX, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›