Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pramac Grand Prix of China

Pramac Grand Prix of China

Si torna fuori dal vecchio continente per il quarto appuntamento della MotoGP, destinazione Cina per il Pramac Grand Prix di scena sul circuito internazionale di Shanghai.

Si torna fuori dal vecchio continente per il quarto appuntamento della MotoGP, destinazione Cina per il Pramac Grand Prix di scena sul circuito internazionale di Shanghai.

Dopo le tre pole consecutive e la vittoria di Estoril, tutti gli occhi sono puntati sul rookie della Fiat Yamaha Jorge Lorenzo, e il suo capo meccanico Ramon Forcada ha fornito ulteriori indicazioni sulla pista.

Mentre i piloti si godono un po' di relax nella giornata di giovedi, tra una sfida sui karte un giro in barca sul fiume di Shanghai, all'interno del modernissimo impianto cinese prende vita il paddock, Clinica Mobile compresa.

Le sessioni libere del venerdi hanno avuto come protagonista negativo proprio il più atteso, Jorge Lorenzo, autore di una spettacolare caduta che avrebbe condizionato l'intero fine settimana dello spagnolo.

La grande forza d'animo del rookie Yamaha gli permettono di tornare in pista il sabato mattina per FP3 e QP1 anche se l'infortunio subito ad entrambe le caviglie limita le prestazioni di Lorenzo, costretto a cedere la pole a Colin Edwards, su cui non può nascondere la propria gioia il capo del suo team Herve Poncharal. Una giornata, quella del sabato, in cui è stato presentato anche il Progetto Maxtra 2009, nuovo team di stampo cinese che prenderà parte al Campionato del Mondo 125 a partire dalla prossima stagione.

La domenica si apre con il Warm Up caratterizzato da pioggia battente in una giornata che vedrà John Hopkins raggiungere il traguardo dei 100 GP in MotoGP. La gara è una tra le più emozionanti della stagione 2008, con il quarto posto `miracoloso´ di Jorge Lorenzo e con la strepitosa vittoria di Valentino Rossi che chiude un periodo senza vittoria che durava ormai dal settembre 2007 (Estoril).

Una vittoria che riporta fiducia nel box del pilota cinque volte Campione del Mondo, con il suo Capo Meccanico Jeremy Burgess e il suo responsabile della Bridgestone Hiroshi Yamada che hanno commentato l'impresa del loro pilota.

Tags:
MotoGP, 2008, PRAMAC GRAND PRIX OF CHINA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›