Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

A-Style TT Assen

A-Style TT Assen

Un riassunto dei principali temi del nono appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP, con tutti i video correlati.

Il Campionato del Mondo è giunto in Olanda la scorsa settimana con alte aspettative per l'A-Style TT Assen. Lo storico Circuito di Assen, conosciuto come la `Cattedrale delle Corse Motociclistiche´ era pronto per un'altra grande sfida il 29 di giugno. Il numero didifferenti traiettorie percorribili in questo tracciato, come mostra un parallelo OnBoard tra John Hopkins e Dani Pedrosa, è da sempre una delle principali cause delle grandi battaglie tra i piloti della classe regina.

Con la gara corsa, come di consueto, di sabato, anche la giornata di presentazione è stata anticipata al mercoledi. Cinque piloti sono stati messi alla prova nel Simulatore di volo Desdemona, presso la base aerea vicina Assen.

I piloti protagonisti sono poi rientrati in serata nelle rispettive hospitality per riempire gli stomaci messi a dura prova nel pomeriggio e Gerri Biasi ci ha accompagnato in una di queste: l´Hospitality Rizla Suzuki. Tutta la squadra della Suzuki è in attesa del ritorno di Loris Capirossi, tornato in pista dopo l'assenza a Donington per la mano infortunata. Il veterano era stato rimpiazzato da Ben Spiesper la data britannica, la cui performance è stata commentata dal suo mentore Kevin Schwantz.

Capirossi era presente alla conferenza stampa di Assen, al finco del vincitore della tappa precedente, Casey Stoner. Quest'ultimo sarebbe stato il principale protagonista del nono round, iniziando già nella FP1 dove aveva già registrato un giro record.

Capirossi non è stato cosi fortunato nella FP2 dove è stato vittima di un altro incidente che lo ha costretto ad un'altra rinuncia. Un taglio profondo nell'avambraccio è stata la conseguenza della caduta, e il Team manager della Rizla Suzuki Paul Denning ha confermato l'impossibilità del suo pilota a scendere in pista.

John Hopkins ha fatto una partenza positiva nel week end di Assen, senza sentire troppo l'assenza di grip che normalmente accusava in sella alla sua Kawasaki. Il capo del team di Hopkins, Fiorenzo Fanali ci ha spiegato le cause e rimedi al chattering dopo la FP3 corsa su asfalto bagnato, mentre´s Christophe Bourguignon (LCR Honda) ha parlato a motogp.com dell'importanza della sospensione su una moto 800.

Le qualifiche del venerdi pomeriggio su pista asciutta hanno segnato la fine dell'A-Style TT Assen per Hopkins, a causa della caduta nel finale di sessione. Ha sofferto un infortunio alla gamba, poi spiegato nei dettagli dal Team Manager Michael Bartholemy.

Casey Stoner si è qualificato in pole position per la terza volta consecutiva, enfatizando il feeling con la sua Ducati Desmosedici GP8 nella conferenza stampa. Il capo del suo team, Livio Suppo, ha inoltre confermato venerdi che Sete Gibernau sarebbe stato contattato per un test con la 800cc.

Sebbene la pioggia sia caduta durante le gare di 125 e 250, la gara MotoGP è stata dichiarata asciutta. Ad ogni modo la pista presentava le proprie insidie per i piloti della classe regina, e Valentino Rossi è finito fuori durante il primo giro dopo una collisione con Randy de Puniet. Rossi e De Puniet hanno parlato dello scontro a fine giornata, con Rossi che tra le altre cose ha dovuto concedere la leadership del mondiale a Dani Pedrosa. La gara è stata vinta da Stoner, mentre Nicky Hayden è stato sfortunato protagonista di un finale particolare. A pochi metri dal traguardo la sua Repsol Honda è rimasta senza benzina permettendo cosi ad Colin Edwards di superarlo e di salire al suo posto sul terzo gradino del podio.

Tags:
MotoGP, 2008, A-STYLE TT ASSEN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›