Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner più forte del dolore, Melandri stenta

Stoner più forte del dolore, Melandri stenta

La Ducati trova un'altra pole position, la settima consecutiva grazie a Casey Stoner che si piazza davanti alla coppia della Fiat Yamaha.

Casey Stoner dopo essersi sottoposto ad una terapia antinfiammatoria, è riuscito a guidare, e con `discreto´ successo entrambe le sessioni, raccogliendo alla fine la settima pole consecutiva della stagione. Per Melandri altra qualifica da dimenticare: nonostante sia riuscito a migliorare i suoi tempi rispetto alle libere, non va oltre la 15ª piazza.

Casey Stoner - 1º

Oggi la mano non mi ha causato problemi insormontabili, anche se ho cercato volutamente di non forzarla troppo. Ci sono dei frammenti d'osso che in certe posizioni vanno a toccare i nervi ed in quel caso sento delle fitte che si irradiano in tutto il braccio. Comunque è una cosa che al momento devo gestire. Questa mattina avevamo rifinito la messa punto molto bene, poi nel pomeriggio la temperatura è salita ulteriormente e abbiamo dovuto scegliere una strada leggermente diversa che, per fortuna, ha funzionato molto bene. Abbiamo lavorato così tanto sugli assetti da gara che alla fine ci è rimasto il tempo per due sole gomme da qualifica. Con la prima avevamo montato anche una anteriore nuova che ha avuto bisogno di due giri per lavorare bene mentre la seconda era valida ma non esattamente come la prima. Comunque, alla fine dei giochi è andata bene e sono contentissimo di questa nuova pole position. Sarà una gara davvero molto lunga ma io non vedo l'ora che arrivi domani

Marco Melandri - 15º

Siamo riusciti a migliorare un po' la moto sull'anteriore, come volevamo, e di fatto adesso sono abbastanza soddisfatto del bilanciamento che abbiamo trovato. Il problema è che ci metto ancora troppo tempo a trovare un buon ritmo perché nei primi sei o sette giri non ho abbastanza grip soprattutto sulla parte sinistra della gomma. Abbiamo visto che una mescola un po' più morbida ci aiuta solo che non siamo sicuri che possa durare tutta la gara. Domani nel warm-up vedremo. Di certo non sarà facile perché soprattutto su questa pista è importante essere veloci sin dall'inizio

Tags:
MotoGP, 2008, GP CINZANO DI SAN MARINO E DELLA RIVIERA DI RIMINI, Casey Stoner, Marco Melandri, Ducati Marlboro Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›