Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Spies parla con motogp.com prima di Indy

Spies parla con motogp.com prima di Indy

Un'intervista con il tre volte campione americano AMA Superbike, Ben Spies, prima della sua terza apparizione in MotoGP nel Red Bull Indianapolis Grand Prix.

Ben Spies, dopo Donington e Laguna Seca, è pronto per la sua terza apparizione nella classe regina con la Rizla Suzuki nel Red Bull Indianapolis Grand Prix.

Il talento texano è tra i nomi per un posto a tempo pieno in MotoGP la prossima stagione, ma per ora l'americano pare concentrato solo nel migliorare il già ottimo ottavo posto raggiunto con la Suzuki in California lo scorso luglio.

Spies giunge ad Indianapolis dopo aver conquistato il suo terzo titolo consecutivo in AMA Superbike.

Come vedi la tua esperienza in MotoGP con le apparizioni di Donington e Laguna Seca in questa stagione?
`L'esperienza è stata fantastica. A Donington non sono giunto nella posizione che speravo, ma è stato un buon punto di partenza. A Laguna il risultato invece è stato buono, anche se ho faticato un po' nella prima parte di gara. Mi è piaciuto lavorare con il team´.

Cosa ti ha colpito di più in MotoGP?
`La cosa più incredibile è come i piloti siano seguiti. Nonostante fossi una wildcard quando mi svegliavo c'era chi mi preparava la colazione. È stato uno shock!´

Com'è la MotoGP rispetto all'AMA?I piloti sono spingono di più o sono più aggressivi?
`Non so quanto siano aggressivi perchè non ho avuto modo di correre a stretto contatto con qualcuno fino ad ora. È difficile da dire, ma qui invece di due, tre piloti veloci ce ne sono 15, 16 o 17´.

Quanto è stato difficile adattare il stile di guida, soprattutto quando nello stesso fine settimana a Laguna Seca hai corso sia con l'AMA che con la MotoGP?
`È stato difficile. Probabilmente se non avessi dovuto correre con due moto diverse, avrei fatto qualcosa meglio, o forse no. Sono molto diverse, credo che le gomme siano il dettaglio più differente´.

Pensando ad Indianapolis, quali sono le tue aspettative e quanto è stato utile provare qui in luglio?
`Credo sia stato utile nonostante un paio di modifiche alla pista successive. Ad ogni modo, voglio semplicemente migliorare i miei tempi e i miei risultati e non posso dire qual è l'obiettivo, c'è troppa gente veloce a scendere in pista quel giorno. Quello che posso chiedere è di migliorare la posizione a Laguna´.

Stai ancora lavorando al fianco di Kevin Schwantz?
`Si, Kevin mi sta dando una mano. Siamo più che altro amici. Mi da consigli, e io faccio domande!Tutto qui!´

Quali sono le tue ambizioni nel futuro da pilota?
`Beh, già correre in MotoGP con un buon team e una buona moto sarebbe un buon punto di partenza. Ad ogni modo non si sa mai. Voglio vedere quanto posso andare forte e poi dare un occhio ai risultati´.

Tags:
MotoGP, 2008, Rizla Suzuki MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›