Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Indianapolis lezione di storia: Il 1º evento motociclistico prima del Red Bull Indianapolis Grand Prix 2008.

Indianapolis lezione di storia: Il 1º evento motociclistico prima del Red Bull Indianapolis Grand Prix 2008.

Un salto di quasi 100 anni per rivivere l'ultima corsa motociclistica prima dell'appuntamento di questo fine settimana.

La prima competizione motociclistica sul circuito di Indianapolis avvenne il 14 agosto 1909, e questo week sarà la seconda volta che le due ruote toccano l'asfalto di Indy.

Il Red Bull Indianapolis Grand Prix è stato sottoposto ad una meticolosa pianificazione, a differenza della corsa del 1909 che si corse sulla pista originale. Tale tracciato presentava parecchie difficoltà di superficie in particolare, che avevano posticipato la gara di quasi un mese. L'Indiana in quegli anni non aveva strade asfaltate, e la superficie della pista era assolutamente inadeguata, in particolare nel periodo estivo.

La sessione di prove del 12 agosto fu cancellata dopo che il pilota californiano Ed Lingenfelder dichiarò la pista troppo pericolosa a causa delle pietre dopo il test. I cambi dell'ultimo minuto resero possibile le sessioni del venerdi 13.

La superstizione fece il resto con la pioggia che accompagnò tutta la giornata. Gli eventi del sabato furono cosi spostati al lunedi successivo.

La decisione finale fu di correre 10 giri, 25 miglia, con i piloti in sella a moto come la Indian, Reading Standard, Harley Davidson, NSU, Thor, Excelsior, Merkel e Peugeot. Non c'erano moto Yamaha, ma probabilmente un pilota era simile alla stella della MotoGP Valentino Rossi. Il pilota ufficiale della Indian Jake de Rosier, nonostante le sue origini canadesi, mostrò la bandiera americana cucita sulla sua tuta, insieme a due calzettoni rossi a completare il suo abbigliamento.

L'evento numero 5 di Indianapolis, fu una competizione di 4 giri con soli tre piloti, e diventò in breve una sfida tra Lingenfelder e De Rosier dopo l'uscita di scena del terzo Charlie Merz. La coppia che aveva lottato fianco a fianco fin dal primo giro, ma quando la gomma di De Rosier lo costringe a finire fuori pista, Lingenfelder può tranquillamente viaggiare verso la vittoria ad una velocità di 55.23mph.

L'ultima competizione di questo fine settimana fu composta da 4 uomini per 4 giri. La gara fu vinta da Erwin G.Baker, più tardi conosciuto come `Cannonball´. Gli ufficiali della FAM cancellarono le ultime prove, e con la superficie ridotta in pessime condizioni dalle corse automobilistiche, ordinarono la cancellazione di ogni gara fino al rifacimento del fondo. Sebbene l'evento del 1909 è lontano dall'essere ricordato come un grande appuntamento, fa comunque parte della storia di Indy: per il rifacimento della pista furono utilizzati 3,2 milioni di `Brick´(mattoni), da lì il nome con cui oggi chiamiamo questo storico circuito, il Brickyard.

Tags:
MotoGP, 2008, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›