Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Michelin si prepara per un week end `a rischio´ ad Indianapolis

Michelin si prepara per un week end `a rischio´ ad Indianapolis

La casa produttrice di gomme Michelin confida nelle basse temperature e e nei test di Indy.

La loro strategia non era stata perfetta nell'ultima visita sul terreno statunitense, ma Michelin è convinta che la scelta effettuata possa dare i suoi frutti nel Red Bull Indianapolis Grand Prix.

Nessuno dei piloti `full time´ della casa francese ha potuto girare sulla pista di Indy, ma i test all'inizio di luglio a cui hanno preso parte Erwan Nigon e William Costes hanno aperto gli occhi di Michelin riguardo le insidie dell'asfalto del Brickyard.

`Come tracciato di MotoGP è molto atipica e molto più complessa di quanto ci aspettassimo,´ ammette Jean-Phillipe Weber, direttore delle corse motociclistiche di Michelin.

`La curva uno, veloce e verso sinistra, non ha molto grip; per questo dopo i test di luglio c'è stata una discussione su un possibile rifacimento della superficie lì. Ad ogni modo, non è stato cambiato nulla´.

`Dal punto di vista delle gomme la situazione è delicata perchè ci sono curve molto lente, poi una tripla a sinistra alla fine, quando hai bisogno di una buona trazione, ed in oltre due o tre differenti livelli di grip durante il giro,´ ha continuato Weber.

`L'anteriore deve necessariamente fornire stabilità nella frenata della prima curva a sinistra, ma deve anche essere performante a livello di manovrabilità. Riguardo il retrotreno poi, la trazione è il punto fondamentale´.

A Laguna Seca Michelin era stata beffata da temperature non previste. Ora però la casa francese si attende molti meno gradi sull'asfalto americano.

`All'inizio pensavo di usare componenti morbide perchè non è una pista veloce con curve molto lunghe, ma alla fine porteremo componenti medie e medio dure. Durante i test faceva davvero caldo, con più di 50 gradi sulla pista, ma ci aspettiamo un clima molto meno duro´.

Michelin avrà sei piloti nella propria `line-up´ per il Red Bull Indianapolis Grand Prix, dopo il passaggio di Dani Pedrosa a Bridgestone dopo l'ultimo appuntamento di Misano.

Tags:
MotoGP, 2008, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›