Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Red Bull Indianapolis Grand Prix

Red Bull Indianapolis Grand Prix

Alcuni dei migliori video tratti dal Red Bull Indianapolis Grand Prix, dopo lo storico appuntamento del Brickyard.

Il Campionato del Mondo MotoGP ha varcato la soglia di un nuovo territorio il 14 settembre, con la prima corsa sull'IMS per il Red Bull Indianapolis Grand Prix. Uno degli eventi più attesi del 2008, seconda visita negli Stati Uniti, è stato sicuramente uno dei debutti memorabili dei recenti anni.

Il nuovo tracciato del Brickyard è stato completano dopo un intensivo programma di costruzione, e l'uomo che ha disegnato il layout, Kevin Forbes, ha rilasciato un'intervista esclusiva a motogp.com in Aprile, durante l'inaugurazione del circuito MotoGP.

Prima di giungere ad Indianapolis, il leader del Campionato del Mondo Valentino Rossi ha avuto un paio di giorni per una visita di piacere a New York. Dopo la sua prima volta nella Grande Mela, Rossi è ripartito per Indianapolis dove avrebbe provato ad aumentare il vantaggio già cospicuo sul rivale Stoner.

Il cinque volte Campione del Mondo si è poi unito al resto della comitiva MotoGP allineandosi sullo `Yard of Bricks´, l'unico pezzo del mitico tracciato aperto circa un secolo fa. La parte più recente del circuito è stata anche sottoposta ad un'ispezione di sicurezza dell'ultimo minuto.

Una fitta pioggia ha accolto i piloti nella giornata di venerdi, dove non c'era ovviamente tempo da perdere per iniziare ad imparare le linee e i segreti del tracciato. Il più veloce in entrambe le sessioni libere è stato il pilota della KawasakiAnthony West, pilota già noto per le sue abilità sul bagnato.

I primi giri di Valentino Rossi ad Indianapolis saranno ricordati dai posteri grazie alle telecamereOnBoard che ci insegnano le linee del Campione di Tavullia. Il pilota della Fiat Yamaha rider ha avuto la possibilità di provare la pista in asciutto sabato, in una combattuta sessione di qualifica nella quale è riuscito finalmente a battere Casey Stoner, da sette GP sempre in pole. Dopo la prova, Rossi ha espresso la sua gioia per essere entrato nella storia di Indianapolis.

Mentre l'uragano Ike si muove verso il circuito dell'IMS, il mercato della MotoGP procede senza sosta con Kawasaki che conferma l'accordo con Marco Melandri prima della gara, con l'italiano che diventa il primo pilota della stagione a cambiare team. Intanto anche Fausto Gresini e Pablo Nieto rilasciano dichiarazioni interessanti su Elias e Gibernau, per due possibili rientri nel 2009.

Prima del memorabile `Gentlemen, start your engines!´, alcuni ospti speciali hanno fatto la loro apparizione nei box delle stelle della MotoGP. Il pilota Buddy Rice, Mario Andretti e Danica Patrick sono stati tra i più acclamati vip nel paddock del Brickyard.

Nonostante condizioni climatiche a dir poco difficili, e con la gara 125 fermata dalle bandire rosse, la MotoGP ha comunque mantenuto il proprio programma, scendendo in pista alle 15 ora locale. Luci rosse spente e gara al via con pioggia e vento a creare qualche problema ai piloti. Per motivi di sicurezza la corsa viene conclusa con 8 giri di anticipo con Rossi dichiarato vincitore in una delle gare più difficili della sua carriera. L'italiano estende cosi la sua striscia a 4 vittorie consecutive, ed entra nel libro dei record con le sue 69 vittorie in MotoGP (una più di Giacomo Agostini).

Sul podio per la prima volta nel 2008 c'è anche Nicky Hayden, l'idolo di casa che non tradisce di fronte al suo pubblico. Terzo e per la seconda volta sul podio in due gare si piazza l'altro pilota della Fiat YamahaJorge Lorenzo, per la prima volta tra i primi tre in una gara sotto la pioggia.

La decisione di terminare in anticipo la gara, e cancellare la successiva gara della 250, è stata poi spiegata dal rappresentante per la sicurezza dei pilotiFranco Uncini.

Tags:
MotoGP, 2008, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›