Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner già competitivo, Hayden fatica a Sepang

Stoner già competitivo, Hayden fatica a Sepang

La Ducati torna in pista con i suoi due Campioni del Mondo. La partenza è decisamente confortante

Casey Stoner nonostante un polso non ancora al 100% ha ottenuto ottimi tempi fin dall’inizio e si è detto soddisfatto di gomme e del telaio.

Più complicato l'avvio di Nicky Hayden che ha chiuso comunque appena fuori dalla top ten e che ha messo a referto ben 60 giri con l'obiettivo di aumentare il feeling con la sua nuova compagna.

Casey Stoner - 2º

Questa mattina è stato molto difficile, mi sentivo davvero poco a mio agio con la moto. Il male al polso è ancora tanto e sinceramente mi aspettavo di star meglio, a tre mesi dall’operazione, anche se i tempi sono stati buoni fin dall’inizio…In ogni caso il polso mi da ancora molto fastidio, è debole e mi fa ancora male, soprattutto nelle frenate prima delle curve a sinistra. Non mi permette di fare più di quattro o cinque giri di seguito e non c’è nulla che possa fare adesso, se non sperare che con il tempo le cose migliorino. Sepang è anche una pista molto dura per il fisico e non è certo la migliore per riprendere a guidare dopo un’operazione e tre mesi di stop. Ho preferito non girare troppo per non affaticarmi e spero che domani vada già meglio. Freddy, il nostro fisioterapista, stasera avrà un po’ da fare… la GP9 va bene ed ho lo stesso feeling positivo delle altre due volte che l’ho provata a Barcellona e a Valencia. Il telaio è completamente diverso e dovremo lavorare sul set up per migliorarlo ma è già ad un buon punto anche usando i riferimenti della GP8. L’erogazione del motore è migliorata e adesso abbiamo più coppia che ci aiuta in uscita dalle curve più lente. La Bridegstone anche qui ha portato due mescole che vanno entrambe bene anche se io preferisco la più dura che è un po’ più difficile ma che garantisce più costanza di rendimento

Nicky Hayden - 11º

Siamo partiti con un set up uguale a quello di Jerez, perché dopo due mesi senza moto volevo partire da qualcosa che già conoscevo. Durante il giorno non abbiamo fatto grossi cambiamenti, anche perché prima di farli devo avere un ritmo migliore. La moto va bene in staccata e nelle curve veloci dove è molto stabile e precisa. Faccio invece fatica in uscita di curva perché si innescano dei “pompaggi” a cui non sono abituato. Stiamo lavorando per diminuirli e abbiamo un po’ di idee che verificheremo nei prossimi giorni. La regola del monogomma mi piace. Eravamo arrivati ad un punto in cui si lavorava troppo per le gomme e rimaneva poco tempo per il set up della moto. Adesso abbiamo due tipi di gomme che vanno entrambe bene e questo facilita il lavoro del team

Comunicato Stampa Ducati Marlboro

Tags:
MotoGP, 2009, Casey Stoner, Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›