Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Dovizioso: "Ancora lontani dai migliori"

Dovizioso: 'Ancora lontani dai migliori'

Al termine della presentazione ufficiale Repsol Honda a Madrid, l'italiano si è confessato ai microfoni di motogp.com

Unico pilota presente a Madrid per la presentazione ufficiale del suo nuovo team, Andrea Dovizioso non ha nascosto una certa emozione durante l'evento, che lo stesso italiano non ha esitato a definire "stupendo".

Con Dani Pedrosa apparso solo in video conferenza, il vero e unico protagonista della serata è stato l'ex pilota del team JiR Scot, che ha dichiarato: "Vestire i colori della Repsol mi inorgoglisce. È una soddisfazione infinita e soprattutto ora hai la consapevolezza di essere in un team dove puoi lavorare e dove puoi ottenere tanto".

Rookie lo scorso anno, il 2009 rappresenta per Dovizioso la grande occasione con la promozione a pilota ufficiale in sostituzione del partente Nicky Hayden. Il passaggio da un team privato ad un team ufficiale non sembra però spaventare il giovane talento di Forlì, che pensa solo alla nuova moto, definendola così: "Un gran passo avanti a livello di potenza e a livello di stabilità sull'anteriore, ma ci sono altri aspetti importanti che sono fondamentali per migliorare".

In un team che ancora deve imparare a conoscere, Andrea ha le idee chiarissime sulla direzione da seguire per rendere performante una moto che lui stesso definisce ancora non al 100%.

"Dobbiamo migliorare abbastanza," ha detto il nuovo arrivato in casa Repsol. "In Qatar abbiamo fatto progressi, ma per giocarci la vittoria in gara c'è molto da fare. Siamo lontani da Stoner, Rossi e Lorenzo". "Ci sono due aspetti in particolare da risolvere e non è facile, e d'altra parte dobbiamo anche adattare la moto alle Bridgestone, anche se il feeling sta migliorando".

Lo sviluppo della moto rimane al momento solo sulle spalle dell'italiano, con Dani Pedrosa costretto "ai box" a causa dell'operazione per la lesione rimediata in Qatar. Il rapporto tra i due non è, di fatto, ancora fiorito, e la dimostrazione arriva proprio dall'ultima dichiarazione di Andrea.

"Non c'è un dialogo, più che altro un confronto tra i tecnici a fine giornata. Dani non ha uno stile molto diverso dal mio, quindì la sua assenza a livello di sviluppo della moto non è un problema".

"Ovviamente con lui ci sarebbe stato un aiuto in più, ma ognuno va per la propria strada e Honda non ha difficoltà a seguire tutti e due".

Tags:
MotoGP, 2009, Andrea Dovizioso, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›