Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il team Gresini fa appello alla tradizione a Le Mans

Il team Gresini fa appello alla tradizione a Le Mans

Il Team San Carlo Honda Gresini si prepara ad affrontare il quarto round della stagione, spostandosi dal sud della Spagna fino al nord della Francia, con l'obiettivo di risollevare un inizio di stagione deludente.

La MotoGP scende in pista questo fine settimana e per il team San Carlo Honda Gresini non potrebbe arrivare circuito migliore per tentare di risollevare le sorti di una stagione iniziata con il piede sbagliato. Sarà infatti Le Mans ad ospitare la carovana della classe regina, un circuito che da sempre ha regalato risultati ed emozioni al team satellite Honda.

Qui, il team di Fausto Gresini ha vinto con Daijiro Kato nel 2001 (Classe 250), per poi ripetersi con Sete Gibernau nel 2003 e 2004 e con Marco Melandri nel 2006. Lo spagnolo e l'italiano hanno anche raggiunto la seconda posizione rispettivamente nel 2005 e 2007.

Ora però il compito di riportare in auge il team Gresini spetta a Toni Elias e Alex De Angelis, decisamente 'in ribasso' in queste prime tre uscite stagionali, fatta eccezione per la sesta posizione del sammarinese in Qatar.

I due si trovano con 15 punti in classifica generale, ultimi piloti Honda se escludiamo il rookie della Scot Racing Yuki Takahashi, e nel Grand Prix de France hanno necessità di tornare in posizioni di livello, a partire dallo spagnolo che quest'anno sta deludendo maggiormente considerando che può contare su un prototipo con specifiche ufficiali.

“Nel 2007 mi sono trovato molto bene con la Honda del team Gresini, nonostante poi la gara non si fosse conclusa come nelle aspettative e Le Mans è un circuito che mi piace molto e che si addice al mio stile di guida per via delle numerose staccate," ha iniziato Elias. "Certo occorrerà trovare il giusto assetto per la moto, ma credo che nel complesso stiamo facendo dei progressi e, anche se non siamo ancora competitivi come vorremmo, per Le Mans è importante proseguire in questa direzione e migliorare ancora”.

Il suo compagno di squadra, Alex de Angelis, che lo scorso anno chiuse 12º in Francia, pensa positivo e fissa gli obiettivi del fine settimana:

"Mi fa piacere che si ritorni ad un’ora ogni sessione di prova, perchè questo significa avere più tempo a disposizione per la messa a punto. A Le Mans lavoreremo sodo per ritrovare il nostro passo e soprattutto per migliorare la partenza, perché credo che questa, più di ogni altra cosa, abbia compromesso le nostre chances in Spagna”.

Tags:
MotoGP, 2009, GRAND PRIX DE FRANCE, Alex de Angelis, Toni Elias, San Carlo Honda Gresini

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›