Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Simoncelli riapre i giochi a Le Mans

Simoncelli riapre i giochi a Le Mans

L'italiano domina la quarta tappa del Campionato del Mondo rimontando 6 posizioni in classifica generale.

Pioggia intensa anche per la gara del quarto di litro con una partenza che vede protagonisti due spagnoli: Bautista, in negativo, e Angel Rodriguez in positivo.

Il pilota della Mapfre Aspar che iniziava dalla pole position perde ben 10 posizioni in pochi metri, al contrario il sostituto di Talmacsi si colloca in 3ª posizione partendo dalla 16ª piazza in griglia.

Prime 'vittime' della pioggia prendono il nome di Shoya Tomizawa (CIP Moto), Angel Rodriguez (Balatonring Team), Lucas Pesek (auto Kelly CP), Mattia Pasini (Team Toth) e Alex Baldolini (WTR San Marino Team).

Tutto a favore di Marco Simoncelli che a 17 giri dal traguardo vanta 9 secondi di vantaggio su Thomas Luthi. I principali rivali per il titolo Barberá, Bautista e Aoyama sono lontani.

Cade anche Mike di Meglio (Mapfre Aspar) mentre i distacchi tra i piloti si fanno sempre più importanti. A 11 giri dalla conclusione fuori anche Barberá che rientra in pista in 10ª posizione.

Si toccano Debon e Luthi che finiscono fuori pista senza conseguenze. Caduta spettacolare con lo spagnolo che tocca con il casco la gomma posteriore dello svizzero. Rientrano entrambi, ma ai margini della top ten.

Gara senza storia con il Campione del Mondo Marco Simoncelli che riapre i giochi per il titolo 2009 passando da 10º a 4º in classifica generale.

Completano il podio Hector Faubel, per la prima volta così in alto in 250, e Roberto Locatelli che mancava nelle prime tre posizioni dalla gara di Valencia 2006.

Alvaro Bautista (Mapfre Aspar), Ratthapark Wilairot (Thai Honda PTT) e Raffaele De Rosa (Scot Racing) chiudono le prime sei posizioni. Per lo spagnolo è leadership nel mondiale, mentre per il thailandese si tratta del miglior risultato di sempre nella categoria.

Tags:
250cc, 2009, GRAND PRIX DE FRANCE, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›