Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lorenzo proverà ad essere della partita

Lorenzo proverà ad essere della partita

Lo spagnolo riporta una frattura ad un dito del piede destro e la lussazione della clavicola destra, ma domani proverà a scendere in pista.

La quarta pole position della stagione non ha portato la serenità abituale nel box Fiat Yamaha con Jorge Lorenzo che non ha potuto partecipare alla rituale conferenza stampa per un'immediata visita in clinica mobile.

Il pilota spagnolo è stato il protagonista assoluto di queste qualifiche, nel bene e nel male, trovando sì la prima posizione, ma cadendo per ben due volte e riportando conseguenze importanti che mettono in dubbio la sua presenza nel Red Bull U.S. Grand Prix.

"Stava andando tutto molto bene. Avevo un buon ritmo e mi sentivo perfettamente a mio agio sulla M1," ha iniziato Lorenzo. "Alla fine volevo spingere al massimo, ma c'era qualche pilota che aspettava per prendermi la scia".

"Ho aspettato un po' e gli pneumatici si sono raffreddati troppo per affrontare a quella velocità la curva in cui sono caduto".

"Mi hanno comunicato che ho riportato la frattura in un dito del piede destro e una lussazione all'altezza della clavicola. Al momento mi fa abbastanza male, ma proverò sicuramente a scendere in pista".

Lorenzo lo scorso anno fu costretto al ritiro dopo pochi metri di gara per una caduta molto simile all'altezza della curva sei.

Tags:
MotoGP, 2009, RED BULL U.S. GRAND PRIX, Jorge Lorenzo, Fiat Yamaha Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›