Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Edwards: “Non mi piace correre così”

Edwards: “Non mi piace correre così”

Colin Edwards sperava di fare meglio della settima posizione sul circuito di casa, ma i problemi con l’anteriore della sua M1 ne hanno limitato la prestazione.

Nonostante nel Red Bull U.S. Grand Prix abbia raggiunto lo storico traguardo dei 100 gran premi a punti in MotoGP, Colin Edwards sperava in qualcosa in più del settimo posto conquistato sull’asfalto casalingo.

Il texano, che in sette anni e mezzo di onorata carriera nella classe regina non è andato a punti in sole 10 occasioni, è stato protagonista di una gara difficile a Laguna Seca, soprattutto a causa di problemi riscontrati con l’anteriore della sua M1.

“Abbiamo fatto un cambio durante il mattino per cercare di ridurre i movimenti dell’anteriore, ma è stata una soluzione di fortuna, e non ha funzionato davvero,” ha ammesso Edwards. “Mi sentivo come stessi correndo semplicemente in linea retta, interrompendo questa linea da qualche frenata qui e là! Non mi piace affatto correre in questa maniera”.

Fissando già l’obiettivo Germania, prossimo appuntamento mondiale tra meno di due settimane, Edwards ha aggiunto, “Dobbiamo tornare alla fase precedente. Non siamo stati granché ad Assen e tanto meno qui. Abbiamo fatto qualche modifica durante la stagione che probabilmente va rivista”.

Il pilota della americano ha poi chiuso la sua intervista con una nota positive: “E’ fantastico raggiungere i 100 GP a punti davanti ai miei tifosi e poterlo fare per Monster, Yamaha e Tech 3 che mi hanno dato un grande supporto”.

Tags:
MotoGP, 2009, RED BULL U.S. GRAND PRIX, Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›