Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il team Gresini sempre più in alto

Il team Gresini sempre più in alto

Continua l'ascesa del team satellite italiano, che con De Angelis oggi sfiora un podio che manca dal GP di Giappone 2007 ad opera proprio di Toni Elias

Il podio totalmente inedito di oggi sul circuito di Donington avrebbe potuto vedere un'altra faccia nuova se il pilota del Team San Carlo Honda Gresini Alex de Angelis avesse deciso di rischiare qualcosa in più.

Il sammarinese, quinto fin dai primi giri, a due terzi di gara era sicuramente uno dei piloti più veloci in pista insieme a Colin Edwards, e avrebbe potuto, con qualche azzardo, trovare un gradino che manca da ben 2 anni in casa Gresini.

Poco male perché il numero 15 della classe regina a fine gara si è dichiarato felicissimo per il risultato ottenuto, una quarta piazza che già conquistata lo scorso anno tra le curva amiche del Mugello.

"È stata una delle gare più difficili della mia carriera perché guidare una moto così potente, in queste condizioni meteo e su un circuito come quello di Donington, è stato molto impegnativo," ha iniziato De Angelis.

"Dovevo trovare il compromesso giusto tra attaccare per fare il risultato e difendermi per cercare di non cadere. Avevo un buon ritmo e mi rendevo conto che potevo avvicinarmi ai piloti che mi precedevano, ma ho preferito conquistare un’importante posizione finale".

"Oggi sono maturato perché se mi fossi comportato come lo scorso anno, avrei esagerato compromettendo il risultato. Questo è sicuramente un segnale positivo per il futuro”.

Poca fortuna invece per Toni Elias, autore di una partenza d'autore e poi vittima dell'asfalto:“È stato un vero peccato buttare al vento un risultato decisamente positivo che credo fosse ampiamente alla mia portata.

"Sono dispiaciuto per la squadra. Ho fatto un’ottima partenza e stavo andando decisamente forte, ma purtroppo con la ruota posteriore ho toccato la linea bianca e sono caduto".

"È stato emozionante rimanere davanti nei primi due giri e quando mi ha passato Rossi riuscivo a tenere il suo ritmo e questo mi convince ancora di più che avrei potuto fare una bella gara senza quell’errore. Quindi, malgrado la caduta, non voglio pensare negativo perché mi sono reso conto che posso tenere il ritmo dei migliori”.

Tags:
MotoGP, 2009, BRITISH GRAND PRIX, Alex de Angelis, Toni Elias, San Carlo Honda Gresini

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›