Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Nuova sfida Ducati a Indianapolis

Nuova sfida Ducati a Indianapolis

Ancora in attesa del rientro di Stoner (ormai prossimo secondo Livio Suppo), Hayden e Kallio si preparano al dodicesimo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP.

In una stagione a dir poco complicata per Ducati, il Red Bull Indianapolis Grand Prix si presenta come un'ulteriore prova difficile, che il team ufficiale affronterà ancora senza l'aiuto della stella australiana Casey Stoner. L'ex Campione del Mondo sta ritrovando la forma perduta come conferma il direttore del Progetto Ducati Livio Suppo:

"Le notizie di Casey sono positive, si sta riprendendo poco per volta e sono sicuro che tornerà in piena forma a Estoril," ha dichiarato il boss della rossa prima di addentrarsi nel tema Indy. "Penso proprio che Nicky e Mika abbiano tutto per fare un buon week end. A Brno hanno entrambi girato con tempi molto simili a quelli dei piloti che si sono giocati il podio. Nicky avrà di sicuro una motivazione extra sulla sua pista di casa e Mika, al secondo appuntamento con i nostri colori, sarà più a suo agio".

Con Stoner out, ma in recupero, tutte le forze e le speranze della casa di Borgo Panigale si sposteranno obbligatoriamente su Nicky Hayden che qui lo scorso anno salì sul podio (anche se con un pacchetto completamente differente) e che su questo storico tracciato vuole ripetersi anche se non fa certo proclami...

"Mi piacerebbe fare quanto lo scorso anno. La pista in se stessa mi piace abbastanza anche se è molto piatta. La parte più difficile è adattarsi ai diversi tipi di asfalto che si trovano nelle varie sezioni ed interpretare al meglio quelle con più o meno “grip”. Non dovremmo avere un altro uragano, il tempo dovrebbe essere buono, quindi staremo a vedere come andrà".

Meno pressione su Mika Kallio, che sul circuito americano farà il suo debutto ufficiale questo fine settimana: "Domenica correrò per la prima volta un GP a Indy perché, anche se ci siamo venuti l’anno scorso, non abbiamo potuto fare la gara per colpa della cattive condizioni del tempo".

"In ogni caso non posso dire di non conoscere la pista perché abbiamo fatto tutti i turni di prove, compreso il warm-up: non è esattamente il tipo di tracciato che preferisco ma rimane “ok”, a parte l’asfalto. Ce ne sono tre tipi diversi e questo rende decisamente più difficile trovare il set up per la moto. In ogni caso faremo del nostro meglio, mi piacerebbe lottare intorno alla quinta o sesta posizione".

Tags:
MotoGP, 2009, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX, Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›