Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Smith imprendibile nelle fp2 a Indy

Smith imprendibile nelle fp2 a Indy

L'inglese, che precede gli spagnoli Espargarò e Terol, si candida per pole del Red Bull Indianapolis Grand Prix.

La pioggia caduta durante tutta la notte mantiene basse le temperature della pista (comunque asciutta) per la seconda e ultima sessione libera del Red Bull Indianapolis Grand Prix classe 125.

Il primo a fare sul serio è Stefan Bradl che con la Viessmann Kiefer Racing a 13 minuti dalla fine migliora già il record della pista (1'50.460) per altro suo. Più rapido del tedesco è lo spagnolo Nico Terol (Jack&Jones WRB) che risponde con il tempo di 1'50.144 a 9 minuti dal termine. Anche Pol Espargarò gira già più veloce del record 2008.

Proprio il pilota della Derbi Racing, autore della pole 2008, ferma il cronometro a 1'49.577, con Bradley Smith che risponde rapidamente conquistando la vetta della fp2. L'inglese della Bancaja Aspar chiude con quasi 3 decimi di vantaggio su Espargarò (1'49.251), precedendo il poleman 2008 e Nico Terol.

Il leader del mondiale Julian Simon chiude con il quarto tempo assoluto, precedendo Stefan Bradl, Sandro Cortese, Simone Corsi (già tra i migliori nelle libere di ieri) e Andrea Iannone che completano le prime otto posizioni. Più indietro Sergio Gadea (oggi in pista con un casco decisamente "kitsch") solo 11o.

Unica caduta della sessione per lo spagnolo della Red Bull KTM Marc Marquez.

Tags:
125cc, 2009, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX, FP2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›