Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

De Angelis ed Elias, è sfida a tutto campo

De Angelis ed Elias, è sfida a tutto campo

In Malesia i due piloti Gresini correranno per la settima piazza e per rimanere in MotoGP il prossimo anno con una Honda.

Non si ferma il duello in casa San Carlo Honda Gresini tra Alex de Angelis e Toni Elias. Entrambi i piloti sono in corsa per la settima piazza mondiale, posizione decisamente insperata a metà stagione, ed entrambi corrono per convincere l'unica moto rimasta libera nel 2010 (Scot Racing) a metterli sotto contratto.

Attualmente il sammarinese è in vantaggio su tutti i fronti rispetto allo spagnolo: risultati più brillanti negli ultimi GP ( incluso Phillip Island), cinque punti in più in classifica, e un contatto ben avviato con Cirano Mularoni (Proprietario Scot Racing) per il 2010. Proprio De Angelis si prepara ad affrontare la penultima tappa con un atteggiamento positivo, nonostante il tracciato malese non sia tra i più congeniali alla sua guida:

"In teoria, il circuito della Malesia presenterà qualche difficoltà in più per noi, il nostro punto di forza sono infatti le curve veloci, come abbiamo dimostrato durante tutto il campionato, e a differenza di Phillip Island, qui a Sepang non ce ne sono molte. Ci sono invece parecchi tornanti, dove sarà fondamentale una buona accelerazione in uscita, ma questo, purtroppo, è uno dei nostri punti deboli. Detto questo, ritengo di essere però in ottima forma, la moto lavora bene e noi siamo tutti pronti".

Per il pilota di Manresa invece, gli appuntamenti di Sepang e Valencia saranno a dir poco fondamentali per riportare le cose a proprio favore. "Il weekend australiano è stato difficile per noi, ma sapevamo che lo sarebbe stato, perciò non ci sono state sorprese di alcun tipo," ha iniziato Elias.

"L’unica cosa positiva è stata quella di riuscire a mantenere una certa vicinanza con la settima posizione in classica generale, il mio obiettivo principale rimane ora quello di raggiungerla con le prossime due gare. A Phillip Island abbiamo riscontrato problemi di trazione posteriore, il nostro tallone d’achille di tutta la stagione, ma siamo fiduciosi che non ci darà alcun problema in Malesia.

"Amo questo circuito e le sue caratteristiche sono a nostro vantaggio. Conto di fare una gara simile a quelle disputate nella seconda metà del campionato, con un’avvincente battaglia per la conquista di una posizione tra i primi sei".

Tags:
MotoGP, 2009, SHELL ADVANCE MALAYSIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX, Alex de Angelis, Toni Elias, San Carlo Honda Gresini

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›