Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Moto2: nasce la Italtrans STR

Moto2: nasce la Italtrans STR

Nel 2010 il nuovo team italiano sarà in pista con Roberto Rolfo e Robertino Pietri.

Con la nascita della Moto2, che andrà a sostituire nel 2010 la vecchia e gloriosa classe 250, Italtrans ha voluto intraprendere questa nuova ed affascinante sfida nel mondo dei motori. Italtrans è un’azienda leader nella logistica e nel trasporto di prodotti alimentari destinati alla grande distribuzione e, vista la grande passione per i motori, negli ultimi anni ha partecipato ai più famosi Rally al mondo tra cui quello della Dakar e dei Faraoni.

Per questo motivo Germano, Claudio e Laura Bellina hanno dato vita alla Italtrans STR (Sprint Technology Racing), un team coordinato da due personaggi di assoluto valore e grande professionalità: Luigi Pansera, all’esordio, e Massimo Biagini, una vita passata accanto ai grandi piloti della storia del motociclismo come Lavado, Roche, Mamola, Lawson, Chandler, Spencer, sino ai più recenti Casey Stoner e Roberto Locatelli. Per la nuova stagione che prenderà il via in Qatar il prossimo 11 Aprile, la STR ha scelto due piloti molto diversi tra loro, ma accomunati dalla stessa voglia di vincere: Roberto Rolfo, pilota italo-svizzero di 29 anni e Robertino Pietri, venezuelano, 24 anni.

Rolfo, torinese di nascita ma da anni residente a Lugano, è una vecchia conoscenza del motomondiale: vicecampione del mondo nel 2003 su una Honda 250, ha corso anche nella MotoGP, nel mondiale Superbike e ha un solida fama di bravo collaudatore. Non per nulla è stato proprio lui il pilota a provare a lungo la neonata Moto2 ed ora avrà la possibilità di dimostrare tutto il suo valore in sella a una moto costruita dalla Suter Racing.

Robertino Pietri, venezuelano, è al suo esordio nel Campionato del Mondo MotoGP dopo anni passati a correre nei campionati sudamericani. Ai più non sarà passata inosservata la nazionalità di Robertino: venezuelano come il grande e inimitabile Carlos Lavado, vincitore di due titoli iridati con la Yamaha 250 nel 1983 e nel 1986, venezuelano come l’attuale presidente della FIM, Vito Ippolito, il primo a credere nelle sue qualità di rider. La STR scenderà in pista per i primi collaudi a metà novembre in Italia e in dicembre in Spagna e sarà l’occasione per vedere all’opera il nuovo team al completo.

Luigi Pansera (Team Manager STR Racing)

“Sono in molti a non conoscermi perché per me si tratta di una esperienza del tutto nuova. Ma forte della passione che nutro per questo mondo, sono certo che non deluderò chi ha riposto in me una grande stima e fiducia. Mi preme ringraziare prima di tutto la famiglia Bellina per l'opportunità datami. Il team ha grandi ambizioni e vuole essere competitivo sin dalle prime battute. Gli ingredienti non ci mancano e lo si vede dal personale tecnico e dai piloti che l'amico e socio Massimo Biagini ha reclutato”

Massimo Biagini (Direttore tecnico STR Racing)

“Grazie alla disponibilità e allo sforzo, non solo economico, di un sponsor amico come la Italtrans della famiglia Bellina, si avvera un sogno: è nata la STR, fondata dal binomio Biagini-Pansera, che più diverso non potrebbe essere come estrazione sociale, ma molto simile nel modo di intendere la vita e le corse. La STR spera di introdurre un nuovo metodo di lavoro, con un coinvolgimento a 360 gradi di sponsor, management e divisione tecnica. Non ringrazieremo mai abbastanza la famiglia Bellina, a nome di tutte le persone coinvolte nel progetto: gli sponsor tecnici, la Suter Racing, Regina (catene), Mivv (scarichi), Brembo (freni), Marchesini (cerchi) e Dunlop pneumatici. E ora, al lavoro!”

Roberto Rolfo (pilota Italtrans STR)

“Sono molto felice di tornare nel Motomondiale, ed è una soddisfazione ancora più grande farlo in una categoria avvincente come la Moto2. Mi ero posto quest’obiettivo e sono davvero motivato non solo per averlo raggiunto ma perché potrò rimettermi in gioco per puntare a risultati importanti, sfruttando le esperienze fatte quest’anno in sella alla Moto2 di Suter nelle sessioni di test a cui ho partecipato e nella divertente gara di Campionato Spagnolo di Valencia dove ho chiuso al 2° posto. Non vedo l’ora di iniziare con le prove, sono più di 3 mesi che non vado in moto ed ho voglia di ricominciare! Ci sarà molto lavoro da fare perché sicuramente le moto in questa categoria avranno evoluzioni continue. Questo è molto positivo e vuol dire che si dovranno fare molti chilometri. La cosa non mi spaventa di certo, anzi mi carica ancora di più perché ad Aprile voglio arrivarci in piena forma. Una grazie di cuore anche al mio manager Fabio Barchitta: grazie a lui è stato possibile realizzare il progetto Moto2”.

Robertino Pietri (pilota Italtrans STR)

"Questa è per me una grande opportunità. Prima di tutto desidero ringraziare Massimo Biagini e il Team STR al completo, poi i miei connazionali Vito Ippolito e Carlos Lavado. Sono contento ed anche emozionato per questa chance che mi si presenta in carriera e sono inoltre fiducioso che il team riuscirà a prepararmi un mezzo competitivo. Da parte mia, mi farò trovare pronto al 100% per disputare una grande stagione nel mio primo appuntamento nel motomondiale. Un ringraziamento particolare, infine, a due persone che mi sono care: uno è mio padre, che mi ha seguito sempre nel corso della mia carriera e non mi ha mai fatto mancare il suo appoggio. Il secondo è Carlos Lavado: è da un bel po’ di tempo che un venezuelano non disputa un mondiale. Per questo sono orgoglioso di essere io il primo dopo tanti anni a portare la bandiera del mio Paese in una competizione dove Carlos ha vinto due titoli mondiali. Un saluto a tutti: ci vediamo ai test!”

Tags:
250cc, 2009

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›