Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La stagione Pramac Racing: parla Paolo Campinoti

La stagione Pramac Racing: parla Paolo Campinoti

Il Team Principal del team satellite Ducati si è confidato ai microfoni di motogp.com per parlare di presente e futuro.

Con la stagione 2009 ormai conclusa è tempo di resoconti e motogp.com ha deciso di iniziare con il Pramac Racing Team. Una scuderia sicuramente in progresso nell'ultima fase del Campionato, che ha però avuto qualche difficoltà durante l'annata iniziata con il duo Kallio-Canepa, continuata con l'accoppiata Canepa-Espargaró e conclusa con Kallio-Espargaró, senza dimenticare l'apparizione di Michel Fabrizio nel GP di Brno.

Difficile trovare continuità di risultati con un parco piloti sempre in evoluzione, ma il team satellite Ducati ha comunque dimostrato di essere competitivo, in particolare con Kallio che nell'anno d'esordio si è laureato rookie 2009 con un settimo posto come miglior risultato (a San Marino).

"Per noi è stata una stagione di transizione," ha dichiarato Paolo Campinoti, Team Principal del Pramac Racing. "L'obiettivo era trovare stabilità nella scuderia e credo che sia stato portato a termine. Guardiamo alla prossima stagione con grandi speranze. Manterremo i due piloti con cui abbiamo corso a Valencia (Kallio ed Espargaró) e siamo felici. I progressi che abbiamo mostrato nel finale di stagione ci permetteranno di presentarci più forti nella prossima.

"Siamo convinti che entrambi i nostri piloti abbiano grandi margini di miglioramento, in particolare Espargaró, che ha alle spalle solo poche gare nella classe regina. Sarà molto importante per lui avere più tempo da passare sulla moto".

L'italiano ha continuato parlando degli obiettivi per il 2010: "Il prossimo anno punteremo inanzitutto a vincere il trofeo di rookie dell'anno visto che ci sarà parecchia concorrenza da questo punto di vista. Per Kallio credo che ci siano i margini per migliorare i risultati già positivi di quest'anno. Nel 2009 ha perso un po' di fiducia dopo il GP di Assen dove era caduto. Ma ora sono sicuro che possa tornare a lottare con i migliori come faceva in 250".

Mentre rimane certa la collaborazione con la casa di Borgo Panigale, nonostante i cambi al vertice Ducati. Campinoti chiude infatti così la sua intervista: "Non ci saranno modifiche nel rapporto con Ducati nonostante i cambi al vertice. Credo di poter dire che siamo il team "Ducati Bis" e non un team satellite Ducati!".

Tags:
MotoGP, 2009, Pramac Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›