Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pedrosa: “La gerarchia dei top4 può cambiare in ogni momento”

Pedrosa: “La gerarchia dei top4 può cambiare in ogni momento”

Il pilota del team Repsol Honda ha parlato con motogp.com riguardo la stagione in arrivo e ha commentato le sue impressioni su rivali, moto, e piani 2010.

Dani Pedrosa inizierà domani (giovedì) il primo test stagionale della sua 5ª stagione in MotoGP. Lo spagnolo, operato da poco per la rimozione di una vite nel polso è ormai perfettamente recuperato e, raggiunto dai microfoni di motogp.com, ha commentato le sue speranze per la stagione in arrivo.

Come stai fisicamente?Si può dire che inizi la stagione in buona forma?

Sì, durante tutta la scorsa stagione ho avuto problemi con il polso, anche se non lo avevo reso noto. Ho cercato di resistere, ma terminata la stagione, nonostante non andassi in moto continuavo ad avere dolori e per questo ho deciso di farmi togliere una vite che avevo nel polso. Il recupero è durato due o tre settimane e i risultati fino ad ora sono stati molto positivi. Per il resto, mi sono allenato parecchio, facendo palestra, motocross e il polso ha risposto bene. In questi test constaterò il mio fisico, ma da quando mi hanno tolto la vite sto davvero meglio. Sono pronto per questo test.

Negli ultimi due anni hai sofferto infortuni durante la prestagione (Sepang 2008, Qatar 2009) che hanno condizionato l'inizio delle tue stagioni. Quest'anno sarà pipù importante che mai approfittare di tutte le giornate di test…

Sarà la priorità perché quest'anno più che mai ci saranno pochi test e in questo sport è fondamentale essere pronti tecnicamente. Quindi questi test saranno molto importanti e sarà vitale non commettere errori per arrivare in buone condizioni alla prima gara.

Qual è il programma di lavoro previsto nel test?

Il piano sarà ricominciare da dove avevamo lasciato a Valencia. Continueremo a provare le nuove sospensioni Öhlins, che è stato un cambio generazionale dopo tanti anni con Showa. Analizzeremo come reazionano le piccole modifiche che abbiamo apportato al telaio e poi ci sarà la mia parte: non salgo sulla moto da tre mesi e dovrò ritrovare feeling con la velocità.

L'elettronica sarà uno dei cavalli di battaglia in queste due giornate in sella alla RC212V?

RSì, l'elettronica è delle parti più importanti nelle 800 e cercheremo di configurarla nel miglior modo possibile. Lo scorso anno è stato un nostro punto debole, soprattutto in frenata e qui, in questo circuito dove ci sono parecchie frenate, tenteremo di trovare il miglior setting.

Cosa speri di avere l'11 aprile che oggi non hai?

Mi piacerebbe avere la moto totalmente adatta a me e che insieme fossimo quasi una cosa sola. Questo ti da molta fiducia.

Con la limitazione nel numero di motori (6 per 18 gare) l'affidabilità sarà tra gli aspetti fondamententali. Qual è il tuo punto di vista?

Credo che l'affidabilità sia già un punto forte di Honda. Sarà sicuramente difficile perché non si sa mai quello che può succedere tra cadute o qualunque altra cosa, ma sotto questo aspetto Honda da parecchie garanzie.

Nel 2009 si è parlato molto dei "top4". Ci sarà un cambio nella gerarchia quest'anno?

La gerarchia dei 4 può cambiare in qualunque momento. Evidentemente lo scorso anno il livello dei punti era più o meno chiaro, ma in gara cambiava gara per gara. Credo che questo possa continuare così.

Cosa pensi del fatto che per la prima volta ci siano 5 piloti spagnoli nel Campionato del Mondo?

È un gran bel numero. Se si guarda indietro, era già difficile incontrare uno o due piloti, ma credo che in ogni caso questo sia molto positivo.

Inizi il 5º anno in MotoGP e alla fine del 2010 finirà il tuo contratto. Senti maggiori pressioni quest'anno?

Credo sarà un anno importante per tutti. Sappiamo che sarà una lunga annata per tutti e tutti possono vincere. Inoltre molti saranno nervosi, bisognerà stare concentrati in ogni gara.

Come mai sei tornato al 26 sulla carena della tua moto?

Un semplice gesto di ringraziamento ai miei tifosi che mi hanno supportato nel 2008 e 2009. L'ho fatto per loro, so che sono affezionati a questo numero.

Speri di poterlo cambiare con il numero 1 giusto?

Forse non lo cambierei nemmeno, ma prima di tutto c'è da lavorare duramente.

Tags:
MotoGP, 2010, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›