Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Buon compleanno Valentino

Buon compleanno Valentino

Il Campione del Mondo in carica Valentino Rossi compie oggi, 16 febbraio, 31 anni.

Il pilota più vincente di sempre nella classe regina Valentino Rossi compie oggi 31 anni e motogp.com ha deciso di omaggiarlo con una sorta di riassunto di una carriera in cui l'italiano ha sicuramente ancora molto da dare, ma che, senza dubbio, ha già regalato ai suoi tifosi di tutto il mondo innumerevoli soddisfazioni.

Dopo 14 anni di attività nel campionato del mondo, Valentino ha dimostrato di essere ancora il miglior pilota della sua generazione. L’italiano nel 2009 ha ottenuto sei vittorie in una stagione caratterizzata da un’elevata tensione, dovuta al livello tecnico dei suoi eccezionali rivali. La battaglia tra Rossi e Lorenzo, suo compagno di squadra, ha raggiunto dimensioni epiche a Barcellona, dove si è consumata la sfida più entusiasmante nella storia della MotoGP, vinta da Valentino per pochi centesimi di secondo, grazie ad un audace sorpasso all’ultima curva.

L’incredibile serie di vittorie consecutive al Mugello si è inaspettatamente conclusa, ma Valentino si è immediatamente rifatto con la vittoria di Misano, dove ha anche ottenuto una delle sue 7 pole position stagionali. Il trionfo ad Assen è stato la 100º della sua carriera: un’ulteriore prova, se mai ce ne fosse stato bisogno, dell’eccellenza sportiva di Valentino.

Nato a Urbino, in Italia, il 16 febbraio del 1979, Rossi inizia ad andare in moto molto presto grazie all’influenza del padre Graziano, ex-campione di motociclismo. Dopo un primo esordio nei go-kart, il giovane Rossi passa alle minimoto dimostrando presto il suo talento sulle due ruote, e diventando campione regionale nel 1992. Negli anni successivi, Valentino brucia le tappe delle corse junior, guadagnandosi il Campionato Italiano Sport Production nel 1994 e il campionato italiano 125cc nel 1995. Questo risultato, insieme al terzo posto ottenuto nel Campionato Europeo 125cc gli assicurano l’anno dopo il passaggio al Campionato Mondiale.

L’esordio di Rossi nel Campionato Mondiale avviene sul circuito della Malesia nel 1996 e il pilota chiude la sua prima stagione internazionale in nona posizione con una vittoria. L’anno dopo diventa il pilota più giovane a vincere un Campionato Mondiale 125cc, con undici vittorie in sella a una moto Aprilia. La musica non cambia quando passa al Campionato Mondiale 250cc, in cui guadagna il secondo posto nella prima stagione e diventa Campione Mondiale nel 1999, ancora una volta su Aprilia.

Nel 2000 inizia una nuova fase della sua carriera. Il pilota passa alla Honda in classe 500cc. Dimostra il suo talento ancora una volta chiudendo la sua prima stagione in seconda posizione, e nel 2001 diventa l’ultimo Campione del Mondo in classe 500cc. Rossi guadagna poi il titolo di Campione del Mondo MotoGP nel 2002 e nel 2003 sempre con la casa giapponese, prima di accettare la vera sfida della carriera: passare alla Yamaha e di vincere ancora nel 2004 e nel 2005.

Nel 2004 Rossi passa alla Yamaha e vince il primo Gran Premio della stagione in Sud Africa, passando alla storia come il primo pilota nella storia del motociclismo a vincere due gare consecutive nella classe regina con due costruttori diversi. In quell’anno ottiene nove vittorie su sedici gare, e con la vittoria nel penultimo Gran Premio a Phillip Island si assicura il titolo di Campione del Mondo, il primo ottenuto da Yamaha in dodici anni. Grazie all’ultima vittoria nel Gran premio di Valencia, il Team ufficiale Yamaha vince anche il titolo Team.

Il pilota italiano domina la stagione 2005 vincendo in totale undici gare, ottenendo cinque pole position e chiudendo soltanto una volta fuori dal podio. Così facendo Rossi è diventato uno dei cinque piloti nella storia del motociclismo a vincere cinque volte il titolo nella classe regina, Una performance che ha anche contribuito a far vincere a Yamaha il titolo costruttori e il titolo team, che ha perciò festeggiato il suo cinquantesimo anniversario con una delle stagioni più positive della propria storia sportiva.

Nel 2006 Valentino chiude il Mondiale in seconda posizione per la seconda volta nella sua carriera nella classe regina perdendo il titolo, vinto dalla Honda di Nicky Hayden, per soli cinque punti dopo la sfida nell’ultimo Gran Premio di Valencia. Nonostante ciò, nel 2006 Rossi ottiene comunque cinque vittorie e cinque pole position, più di ogni altro pilota, e sale sul podio dieci volte.

Il 2007 è stata senza dubbio una delle stagioni più dure di tutta la sua carriera: Rossi ha conquistato quattro vittorie e diversi podi, ma il prodigioso talento è stato limitato da problemi tecnici, di gomme, e da episodi sfortunati. L’italiano ha perso il secondo posto in campionato per soltanto un punto nell’ultima gara, rovinata da un infortunio: il terzo posto nel Mondiale rappresenta il suo peggior piazzamento in campionato dalla sua stagione di esordio nel 1996.

Dopo due stagioni “a secco”, Valentino Rossi è tornato alla sua forma vincente nel 2008, con la conquista dell’ottavo titolo mondiale, il terzo con Yamaha. Quell’anno Valentino vinse 9 gare, esattamente come nella prima stagione con Yamaha, e giunse sul podio 16 volte su un totale di 18 gare. Gli highlights della stagione furono la settima vittoria consecutiva al Mugello, il “titanico” duello con Casey Stoner a Laguna Seca, dove Valentino non aveva mai vinto prima di allora, e la vittoria a Indianapolis, caratterizzata da un violento uragano. La vittoria del titolo mondiale fu ottenuta nel migliore dei modi: a Motegi, in Giappone, gara di casa per Yamaha, con tre gare di anticipo.

Il campione, che proprio oggi compie 31 anni, conserva ancora intatto il proprio entusiasmo e talento e non vede l’ora di cominciare la settima stagione con i colori della casa del Diapason. Rossi continuerà ad avere il sostegno del suo Crew Chief di lunga data, Jeremy Burgess, che nel 2004 lasciò la Honda per lavorare con lui nel Yamaha Factory Team.

Tags:
MotoGP, 2010, Valentino Rossi, Fiat Yamaha Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›