Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Aspar: “Competitivi al 100% per l'inizio del Campionato”

Aspar: “Competitivi al 100% per l'inizio del Campionato”

Il manager spagnolo assicura che il team non si è seduto dopo il buon risultato del debutto a Sepang ed elogia il lavoro di Barberá nell'adattamento alla moto e alla categoria.

L'Aspar MotoGP Team parteciperà la prossima settimana al secondo test stagionale per le scuderie della classe regina sul circuito di Sepang e, per il momento, il debutto è stato senza dubbio soddisfacente. Jorge Martínez “Aspar”, presente in questi giorni sul circuito di Catalunya per seguire da vicino le nuove moto della classe Moto2, ha parlato con motogp.com dei piani di lavoro con la moto italiana e dell'adattamento di Héctor Barberá.

“Non ci siamo posti limiti in quanto a risultati, ma le cose stanno andando bene, più di quanto ci attendessimo,” ha segnalato Aspar. “Dobbiamo fare un passo alla volta, continuare a lavorare e alla prima gara vedremo dove siamo arrivati, anche se devo ammettere che Héctor si sta trovando benissimo con la moto, come noi ci siamo trovati benissimo con la Ducati”.

Come Honda e Yamaha, anche la casa di Borgo Panigale ha scommesso su una politica che prevede moto ufficiali per i team satelliti. Sull'argomento Jorge Martínez ha dichiarato:

“Ducati ci ha assicurato che inizieremo il Campionato con una moto identica a quella di Stoner e Hayden. Poi ognuno avrà il suo modo di lavorare sulla moto e sull'elettronica, ma il prototipo di partenza è lo stesso. È ovvio che le evoluzioni arriveranno prima ai team ufficiali e poi ai piloti meglio classificati, ma il nostro accordo prevede una moto al 100% competitiva”.

Sull'imminente visita al Circuito Internazionale di Sepang (25 e 26 febbraio) il manager valenciano ha commentato: “Nello scorso test abbiamo lavorato molto sulla messa a punto della GP10 e quindi iniziamo con una buona base. Siamo contenti della direzione in cui sta andando Barberá (nella preparazione della Desmosedici) che è simile a quella di Stoner. Credo che questo sia molto positivo”.

Il proprietario dell'unica struttura del Campionato del Mondo presente in ogni categoria ha anche detto la sua sul telaio RSV con cui Simon e Di Meglio correranno il mondiale Moto2:

“Le condizioni meteo non ci hanno aiutato e ieri abbiamo avuto due cadute che ci hanno rallentato. Poco tempo per poter fare una valutazione vera, la moto è completamente nuova e con motori diversi quindi è impossibile sapere dove siamo arrivati esattamente. Credo che a Valencia tra una settimana sapremo qualcosa in più”.

Tags:
MotoGP, 2010, Paginas Amarillas Aspar

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›