Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Spies lotterà per vincere, parola di Tom Houseworth

Spies lotterà per vincere, parola di Tom Houseworth

Il capo del team di Ben Spies nel Monster Yamaha Tech 3 commenta in un'intervista a motogp.com le prospettive del pilota texano nella prima stagione in MotoGP.

Dopo aver guidato il team con il quale si è laureato lo scorso anno campione in Superbike, Tom Houseworth tornerà a lavorare con Ben Spies nel 2010, questa volta come capo del team Monster Yamaha Tech 3.

"Ho cominciato nell'AMA sul finire degli anni 80 e lavoro con Ben dal 2003", commenta Houseworth, prima di parlare del suo ruolo nel team Tech3. "Mi incaricherò di raccogliere le sensazioni di Ben in pista e lavorare con gli ingegneri e i telemetrici per fornirgli il miglior pacchetto tecnico durante il giorno della gara".

"Per me è un grande. È uno dei pochi piloti con cui ho lavorato che arriva e ti dice: "Il problema sono io, non la moto. Devo essere un po' più veloce prima di cambiare qualcosa". Questo è realmente gratificante e sicuramente un gran vantaggio per noi".

L'eccellente risultato di Spies nel secondo test di Sepang ha aumentato le aspettative per la stagione 2010, anche se Houseworth crede che l'obiettivo principale di Ben sia quello di continuare ad apprendere i segreti della M1.

"Quanto a obiettivi, Ben ha detto di voler essere tra i migliori 5/10," ha aggiunto Houseworth."Stare nella top10 non sarebbe male, ma sotto sotto corriamo per vincere. Non se sarà possibile, ne sapremo di più dopo la prima gara. Lui è ancora in fase di apprendimento, non gli abbiamo messo pressioni".

Sulle possibilità di titolo nel prossimo futuro, Houseworth ha concluso: "Non vedo perché non no! Credo che sia al livello di tutti i piloti presenti in griglia. Appena avrà i mezzi e l'esperienza necessaria vedrete cosa è in grado di fare".

Tags:
MotoGP, 2010, Ben Spies, Monster Yamaha Tech 3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›