Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le prime sentenze della nuova classe intermedia

Le prime sentenze della nuova classe intermedia

Dal Ricardo Tormo di Valencia ecco i primi risultati significativi per la classe Moto2, con Simon a comandare il folto gruppo di pretendenti al titolo.

Da una parte si tratta solo del primo test ufficiale, dall'altra è inconfutabile che ci siano dei piloti già da prima pagina. Parliamo ovviamente di tutti coloro che già vantano un passato in MotoGP come Takahashi, Elias, De Angelis, ma non solo.

La prima prova valenciana ha inanzitutto messo sotto i riflettori Julian Simon. Lo spagnolo, Campione del Mondo classe 125 nel 2009, dimostra subito di essere preparato per il salto di categoria e, con l'aiuto di un team già fortemente collaudato come Mapfe Aspar, trova il miglior tempo e le migliori sensazioni tra le curve del Ricardo Tormo.

"Abbiamo lavorato molto e modificato parecchio il telaio. Sono molto soddisfatto del lavoro effettuato qui e non vedo l'ora di andare a Jerez per provare un'altra pista," ha dichiarto Julian Simon. "Posso assicurarvi che il Campionato Moto2 sarà molto combattuto, ma noi ci siamo".

Non è da meno l'americano Kenny Noyes, forse la sorpresa più lieta di questi test. Il pilota del team Jack&Jones by Antonio Banderas ha macinato più chilometri di chiunque altro in pista, trovando tempi e ritmo di gara già molto competitivi.

Altro protagonista inaspettato è il pilota della Forwards Racing Claudio Corti. L'italiano, pur rallentato da qualche problema fisico, è stato capace di inserirsi nel gruppo dei migliori ogni volta che è sceso in pista. Probabilmente favorito da un passato con le 4tempi, Corti rimane per il momento l'unico con telaio Suter a comparire nella top ten (4º).

I pezzi da 90 sono vicini...Toni Elias (Gresini Racing Team) è stato il più rapido della prima giornata, nella quale anche il compagno di squadra russo Vladimir Ivanov ha ben figurato, salvo poi chiudere alle spalle di Simon e Noyes; Alex De Angelis ha trovato buone sensazioni solo nella giornata di ieri ed è stato l'unico in grado di migliorare di 214 millesimi di secondo la sua miglior crono nella giornata odierna, e Yuki Takahashi (Tech3 Racing) non ha deluso rimanendo costantemente nella top five.

Non mancano i problemi per altri probabilissimi pretendenti al titolo. Tra i tanti citiamo Gabor Talmacsi, che con la Fimmco Speed Up ha chiuso solo 16º con più di un secondo di ritardo dalla vetta, Niccolò Canepa che con Scot Racing soffre per il momento la mancanza di potenza del motore (normale arrivando da una stagione in MotoGP), e Mattia Pasini (JiR Racing Team) che ha sicuramente bisogno di più tempo per adattarsi ad una moto completamente nuova.

Ulteriori note positive si chiamano Yonny Hernandez (BQR Blusens), nono nella classifica dei tempi combinata, e Fonsi Nieto (G22 HolidayGym), già abituato alle 4tempi, che ha completato la top ten. Per il momento lasciamo ai margini del gruppo Anthony West (MZ Racing), attualmente pilota di riserva della classe intermedia. Se l'australiano dovesse passare allo status di pilota ufficiale, siamo sicuri che si unirà al gruppo di testa.

Tutti i piloti Moto2 si ritroveranno questo sabato 6 marzo sul circuito di Jerez de la Frontera per il secondo test ufficiale della stagione.

Per vedere tutti i risultati della giornata clicca qui

Tags:
Moto2, 2010

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›