Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

De Angelis ed Elias: da compagni in MotoGP a rivali in Moto2

De Angelis ed Elias: da compagni in MotoGP a rivali in Moto2

I due ex San Carlo Honda Gresini hanno iniziato la lunga rincorsa che potrebbe vederli tra i protagonisti assoluti per il primo titolo Moto2 con l'obiettivo, nemmeno troppo nascosto, di un ritorno in MotoGP.

La grandissima uguaglianza di tempi e prestazioni che la nuova classe Moto2 ha portato nel Campionato del Mondo MotoGP è senza dubbio un dato balzato agli occhi a seguito dei primi test ufficiali. Se da un lato è innegabile che almeno dieci, se non quindici, piloti siano già in forma mondiale, dall'altro le condizioni atipiche di Jerez hanno messo in luce due nomi già decisamente noti nel paddock.

Il sammarinese Alex de Angelis e lo spagnolo Toni Elias si sono divisi il palcoscenico andaluso, senza per altro sfigurare a Valencia pochi giorni prima. La loro sfida a distanza era iniziata già a metà dello scorso anno quando, compagni di squadra, si giocarono la riconferma nel team San Carlo Honda Gresini a suon di risultati. Una sfida "persa" da entrambi (a favore di Marco Melandri e Marco Simoncelli), che nel 2010 potrebbe trasformarsi in un vero e proprio duello per il primo titolo Moto2 della storia da una parte, e per un eventuale ritorno nella classe regina dall'altra.

La parità a livello di motori e la mancanza di controllo di trazione sottolineeranno il talento e le abilità del pilota, per altro indiscusse in questi due campioni, e tutto lascia presagire un Campionato di grandi emozioni dove De Angelis ed Elias tenteranno la scalata verso la MotoGP. Non sono soli, perché tra Yuki Takahashi, Niccolò Canepa e Gabor Talmacsi sono in molti ad avere gli stessi obiettivi nel 2010, ma al momento il pilota della Scot Racing Team e quello del Team Gresini Racing possono contare su una moto già affidabile e su una notevole esperienza.

Il numero 15 ha chiuso sesto a Valencia (a mezzo secondo da Simon) e quarto a Jerez (a sei decimi da Elias), dimostrando di trovarsi a proprio agio in ogni sessione bagnata sul tracciato andaluso... "Volevamo provare sull'asciutto essendo un team completamente nuovo," ha dichiarato il sammarinese a motogp.com. "Ma sul bagnato siamo andati fortissimo e nelle due ore con pista asciutta ci siamo fatti vedere. Siamo positivi, ma attendiamo di fare ancora qualche chilometro. Non mi sento ancora nella posizione corretta in moto, quindi i telaisti interverranno prima del prossimo test".

Per quanto riguarda Elias i risultati parlano ancora più chiaro con un terzo posto assoluto a Valencia e un primo a Jerez, anche se il nativo di Manresa rimane molto cauto sulle chance di titolo: "Non siamo preparati e non è la moto che voglio, ma siamo sulla buona strada sia sull'asciutto che sul bagnato. Attendiamo il prossimo test, ma sono convinto che per il Campionato ci sarà una grande sfida tra i piloti che arrivano dalla MotoGP, senza contare i giovani della 250 come Pasini e De Rosa e Campioni del Mondo 125 come Di Meglio e Simon...".

La rincorsa al titolo è già cominciata e diventerà ufficiale a partire dall'11 aprile con l'esordio in Qatar. Per il momento attenderemo impazienti di vedere come i prototipi Moto2 evolveranno sul circuito di Jerez negli ultimi test pre-stagionali del 27-28-29 marzo.

Tags:
Moto2, 2010, Alex de Angelis, Toni Elias, Gresini Racing Moto2, Scot Racing Team MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›