Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Si chiude la fase di preparazione Moto2

Si chiude la fase di preparazione Moto2

Corti l'uomo da battere, Elias da valutare, Abraham la sorpresa: ecco la top 3 al termine dei test di Jerez de la Frontera.

Tempo di resoconti per la classe Moto2 che oggi a Jerez de la Frontera ha concluso la propria fase di preparazione e che rivedremo solo a Losail il 9 aprile per la prima sessione libera del CommercialBank Grand Prix of Qatar. Proprio qui in Andalucia, nell'unico test graziato dal maltempo, i valori in pista hanno iniziato a venire a galla, con non poche novità all'ordine del giorno.

La prima si chiama senza alcun dubbio Claudio Corti. L'italiano del Forward Racing team, che non aveva affatto sfigurato già nelle precedenti uscite ufficiali di Valencia e Jerez, è stato autore di una prova magistrale in questa tre giorni andalusa.

Limitato durante la prima giornata da un problema con il forcellone anteriore (18º con il tempo di 1'45.741), il numero 71 ha prima varcato la soglia dell'1'44 nella seconda giornata (10º con 1'44.971) per poi concludere l'opera con il miglior tempo di tutta la tre giorni e, perché no, con il nuovo record Moto2 su questa pista di 1'44.044. Il risultato di Corti appare ancora più sorprendente se si considera che l'italiano continua a correre con un fastidioso problema alla caviglia sinistra.

"Siamo davanti e ora la gente si attende molto da me...Praticamente mi sono tirato la zappa sui piedi," ha scherzato il pilota Forward Racing prima di aggiungere, "Andiamo in Qatar con la voglia di fare bene anche se non conosco assolutamente la pista, per il momento ce ne andiamo da Jerez soddisfatti sia per il tempo sul giro che per il ritmo di gara".

Toni Elias, protagonista assoluto della prima giornata, non trova miglioramenti nelle sessioni successive e deve “accontentarsi” della seconda piazza nella classifica dei tempi a 33 millesimi di ritardo dalla vetta. Il pilota del team Gresini Racing, che si è detto soddisfatto per le nuove componenti arrivate ad inizio test dal Giappone, dovrà però fare i conti con un infortunio alla mano destra, conseguenza di una caduta negli ultimi secondi di sessione.

Terza piazza per il pilota ceco Karel Abraham. Anche per lui si tratta di un gran passo in avanti: dal primo giorno a oggi il pilota del team Cardion AB Motoracing ha trovato quasi due secondi netti, precedendo così Scott Redding (Marc VDS Racing) e Kenny Noyes (Jack&Jones by Antonio Banderas) rispettivamente autori del 4º e 5º tempo assoluto.

Si rivede anche Julian Simon che ha avuto parecchio da fare per la messa a punto della sua Mapfre Aspar e che alla fine ha concluso con il sesto tempo a 406 millesimi da Corti. Bene Yonny Hernandez (Blusens STX) che mantiene la settima piazza grazie alla crono della prima giornata e ottime prove anche per Jules Cluzel (Forward Racing), Anthony West (MZ Racing) e Yuki Takahashi (Tech3 Racing) che completano la top ten generale.

Clicca qui per visionare tutti i tempi del test ufficiale di Jerez, classe Moto2.

Tags:
Moto2, 2010

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›