Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Alberto Puig: “Non andiamo in Qatar con la testa bassa”

Alberto Puig: “Non andiamo in Qatar con la testa bassa”

Il Team Manager di Dani Pedrosa nella scuderia Repsol Honda si mostra positivo prima dell'imminente inizio della stagione ed è convinto che il prossimo sarà un "Campionato di resistenza".

A pochi giorni dall'inizio del campionato, Alberto Puig è convinto che, nonostante i problemi che hanno limitato il suo assisitito nelle ultime uscite MotoGP, Dani Pedrosa sarà tra i protagonisti anche sul circuito di Losail in Qatar.

“Come ogni anno, bisogna essere preparati ad una lunga e nuova stagione,” ha affermato il team manager dello spagnolo.“Qatar è la prima gara, ma in fondo questo è un Campionato di resistenza che dura 8-9 mesi, e bisogna essere preparati per questo. Andiamo a Losail ad iniziare questa gara di resistenza".

Nel 2009, un Pedrosa mal ridotto fisicamente chiuse in 11ª posizione la gara notturna d'esordio e il manager di Barcellona sottolinea ora le differenze tra lo scorso anno e quello che sta per cominciare: “Sì, lo scorso anno abbiamo iniziato con vari problemi fisici e quest'anno siamo in buone condizioni, era questo il nostro obiettivo pre-stagionale: arrivare in Qatar fisicamente al 100%”.

Le principali preoccupazioni riguardano però le prestazioni di Pedrosa, sulle quali Puig aggiunge: “Evidentemente vogliamo una moto più rapida e che il pilota si senta più comodo, ma fino ad ora sono stati semplicemente test, e non sono determinanti. Quello che conta sarà la notte della domenica in Qatar”.

Il responsabile del team di Pedrosa dice di non sapere se Yamaha e Ducati sono davvero superiori: “Non so, io non faccio più il pilota. Io vedo i tempi e vedo che sono rapidi… noi abbiamo varie cose da provare e forse dovremo provarle durante il GP, ma l'unica cosa che posso dire è che non andiamo in Qatar con la testa bassa. In tutte le gare correremo per vincere, perché questa è la mentalità che deve avere il team ufficiale Honda”.

Limitato dai problemi alla parte posteriore e dall'instabilità della nuova RC212V, le prestazioni di Pedrosa hanno destato qualche preoccupazione nel recente test di Qatar, dove lo spagnolo ha chiuso solo con il 13º tempo, mentre Dovizioso e De Puniet hanno registrato il 3º e il 7º tempo rispettivamente.

“Non so che problemi abbiano gli altri, e nemmeno mi interessano, io sono consapevole dei nostri problemi e proveremo a risolverli durante il fine settimana di gran premio. Stiamo giocando con vari elementi e speriamo di riuscire a mettere tutto a posto prima della gara”.

Tags:
MotoGP, 2010, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›