Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hayden di nuovo nell'elite della classe regina

Hayden di nuovo nell'elite della classe regina

L'americano torna a brillare nella notte di Qatar con una gara quasi perfetta terminata a meno di due secondi da Rossi e a soli 11 millesimi dal podio.

La prima gara MotoGP dell'anno ha sicuramente fatto tornare alla ribalta la stella della Ducati Marlboro Nicky Hayden, finalmente protagonista dopo una stagione, quella 2009, decisamente opaca.

Nemmeno l'americano si attendeva di essere così performante tra le curve di Losail, ma in gara il numero 69 ha dimostrato di essere tornato il lottatore di un tempo e di aver soprattutto preso le misure ad una moto ancora “Stoner dipendente”.

La sfida con Dovizioso è stato l'argomento di quasi tutti i 22 giri e se non fosse stato per Lorenzo, ora Hayden si starebbe godendo un podio tutto sommato meritatissimo. La realtà però ha voluto l'ex campione del mondo solo 4º al traguardo, per appena 11 millesimi di secondo.

“Ragazzi! Veramente non me l’aspettavo di poter essere così tosto in gara, ma la mia squadra ha fatto un paio di piccole modifiche sulla moto che hanno fatto una grande differenza e, fin dal warm-up, ho capito che ero a posto. Ho fatto una bella partenza e Rossi non mi è parso molto più veloce di me. In un paio di punti mi andava via, ma io mi sono impegnato per stargli attaccato e per studiarlo un po’”.

“Era da troppo tempo che non mi trovavo nel gruppetto di testa. Se mi avessero offerto il quarto posto, due secondi dietro a Rossi, nella prima gara, lo avrei preso ma poi, arrivare così vicino al podio senza riuscire a salirci, fa male. Comunque sarà una stagione lunga e ci saranno un sacco di opportunità,” ha continuato l'americano.

“Sono dispiaciuto per Casey ma il quarto posto insieme ai pesi massimi della categoria, è un buon risultato. Abbiamo guadagnato dei buoni punti, ce li teniamo e andiamo avanti. Un grosso grazie alla squadra e a tutti in Ducati per essermi stati così vicino e per tutto il duro lavoro che hanno fatto durante l’inverno. Spero di poterli ripagare quest’anno”.

Vittoriano Guareschi, nuovo team manager della casa di Borgo Panigale ha commentato così la gara dell'americano: “Nicky è stato fantastico. Abbiamo lavorato tutto l’inverno per costruirgli un pacchetto che funzionasse e ci ha ripagato. In prova il suo potenziale non si è realizzato del tutto, ma in gara è venuto fuori il Nicky campione del mondo”.

“Mi sarebbe piaciuto molto vederlo sul podio, sia per lui sia per tutta la squadra che ha lavorato senza risparmiarsi, ma la soddisfazione per la sua gara da protagonista è grandissima. Andiamo in Giappone sapendo di avere un’ottima moto e due piloti che possono lottare per il podio”.

Tags:
MotoGP, 2010, COMMERCIALBANK GRAND PRIX OF QATAR, Nicky Hayden, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›