Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Elías, lontano dal 100%

Elías, lontano dal 100%

Ancora dolorante alla mano, lo spagnolo spera di essere comunque competitivo a Jerez e lottare per la vittoria.

Non ha ancora recuperato pienamente dall'infortunio alla mano occorso proprio sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera, ma Toni Elias non vuole sentire ragioni: la prossima domenica vuole correre per il bottino pieno e dare un segnale importante al Campionato e ai sostenitori di casa, attesi in massa per il Gran Premio bwin de España.

In un'intervista a motogp.com, il pilota del Team Gresini Racing Moto2 ha spiegato che la lesione al piede sinistro è ormai superata, mentre è la mano sinistra a dare ancora preoccupazioni al numero 24 della classe intermedia. “Non andare in Giappone è stato un grande aiuto, ma sinceramente speravo di stare meglio di così,” ha dichiarato il catalano. “Il piede è recuperato, ma il dolore alla mano non è scomparso ed è una zona abbastanza delicata. A Jerez sarò più o meno al 70%”.

“Per fortuna, le caratteristiche del circuito di Jerez non dovrebbero pregiudicarmi eccessivamente visto che non ci sono cambi di direzione molto veloci, soprattutto a sinistra, che poi è dove soffro di più. Il calore dei tifosi darà un grosso aiuto e anche se non sono in perfette condizioni, proverò a vincere”.

Elías, autore di un quarto posto in Qatar, si augura di migliorare i propri risultati nella seconda uscita stagionale e per farlo può contare su parecchi dati positivi registrati nei precedenti test: “Non possiamo non essere ottimisti dopo i tempi registrati in marzo qui: con il nostro potenziale siamo capaci di tutto. L'unico inconveniente è l'infortunio”.

Il pilota di Manresa ha già vinto su questo circuito nel 2003 (classe 250), ma è anche l'unica volta in cui è salito sul podio di Jerez de la Frontera.

Tags:
Moto2, 2010, GRAN PREMIO bwin DE ESPAÑA, Toni Elias, Gresini Racing Moto2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›