Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Ducati "ai piedi" del podio

La Ducati 'ai piedi' del podio

4ª e 5ª piazza per i piloti ufficiali Ducati Marlboro che accusano pero' un ritardo importante dai primi tre classificati nel Gran Premio bwin de España

Nicky Hayden e Casey Stoner hanno ottenuto rispettivamente il quarto e il quinto posto nel GP di Spagna a Jerez. Entrambi avevano aspettative più alte ma la gara si è rivelata più impegnativa del previsto quando hanno perso contatto dai primi tre, Lorenzo, Pedrosa e Rossi.

In difficoltà con l’anteriore, l’australiano ha dovuto accontentarsi di 11 punti iridati mentre Hayden, dopo un’ottima partenza, ha mantenuto la terza posizione nelle prime fasi della gara ma non è poi riuscito a stare al passo con i tre di testa.

Nicky Hayden - 4º

Il quarto posto non è un disastro, ma speravo di riuscire a mantenere il contatto con il gruppetto di testa per provare a lottare per il podio alla fine. Non sono contento soprattutto dei nove secondi di distacco ma, considerando che stiamo cercando di costruire una base solida, non è stato un fine settimana da buttare via. La squadra, la moto… tutto è andato molto bene, ma ci sono mancati un paio di decimi in gara. Pensavo di poter fare qualcosa di più, come in Qatar, ma non è andata così. Come ho detto ieri, i miei ragazzi hanno lavorato come dei matti per mettermi in condizione di fare bene e domani avranno ancora una giornata di duro lavoro, quindi a loro va un grande grazie. Questo è il team ufficiale della Ducati, e non ci mettiamo a fare i salti di gioia per un quarto posto, però ce lo teniamo e guardiamo avanti. Abbiamo raccolto dati e informazioni su cui lavorare e che dovrebbero aiutarci ad essere più competitivi a Le Mans. Speriamo di continuare a crescere

Casey Stoner - 5º

Non sono soddisfatto della mia performance di oggi. Abbiamo cominciato bene il fine settimana ma poi abbiamo perso terreno rispetto agli altri, non riuscendo a migliorare il set up da cui siamo partiti. Siamo caduti nella trappola di provare modifiche troppo radicali e abbiamo perso la direzione. In gara sono partito appena discretamente ma nei primi giri mi sentivo abbastanza a posto, tanto che Jorge in quel momento addirittura un po’ mi rallentava. L’ho superato e mi stavo avvicinando a Nicky quando ho perso all’improvviso l’anteriore ed ho rischiato di cadere. La moto era quasi a terra ma in qualche modo sono riuscito a tenerla su e a riprendere il controllo. Ho provato a spingere di nuovo ma mi si è “chiuso” il davanti un paio di volte in un solo giro. Questo mi ha fatto perdere fiducia e Jorge mi ha passato con facilità. Da quel momento in poi ho pensato a portare a casa più punti possibile. Nella seconda parte di gara, quando le gomme hanno cominciato a calare, sono riuscito a recuperare qualcosa ma era troppo tardi e non ce l’ho fatta a riprendere Nicky. Domani dobbiamo lavorare per trovare qualche risposta e per tornare in lotta a Le Mans

Comunicato Stampa Ducati Marlboro

Tags:
MotoGP, 2010, GRAN PREMIO bwin DE ESPAÑA, Casey Stoner, Nicky Hayden, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›