Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

McWilliams: “Era più semplice fare il pilota”

McWilliams: “Era più semplice fare il pilota”

Il nuovo capo del team JMW Fogi racconta le prime impressioni e le difficoltà del passaggio dalla scena principale al "Dietro le quinte".

Jeremy McWilliams non ha potuto resistere alla tentazione di tornare sui circuiti e alla prima occasione è riapparso con un ruolo a cui non era abituato. Ritiratosi dalle competizioni, il nord irlandese fa ora parte di un progetto rivolto alla formazione dei giovani britannici e irlandesi, con la MotoGP sullo sfondo. Il JMW Fogi Team, così si chiama la scuderia, partecipa nel CEV Buckler categoria Moto2, con il pilota nord irlandese di 23 anni Ian Lowry ai comandi di una FTR.

McWilliams è stato il pilota britannico del Campionato del Mondo con più successo nella sua generazione. Nel suo bottino ben 684 punti in circa 150 GP, inclusi 6 podi e una vittoria. Quest'ultima in particolare, conquistata nel TT olandese del 2001, lo aveva convertito nel primo pilota britannico a vincere un GP dopo Ian McConnachie en 1986.

Il suo ritorno ai circuiti, considerato 'un processo naturale', Mc Williams lo giudica così: "Mi piace questo mondo e credo di poter aiutare i giovani con la mia esperienza in un campionato così competitivo come il CEV Buckler. Certo non è semplice dirigere un team, anzi è più complicato che pilotare! Ora sono io a dovermi adattare al pilota e non viceversa. Io avevo il mio stile ma Ian (Lowry) ha il suo e devo aiutarlo a trarre il massimo".

Jeremy McWilliams ha iniziato a correre a 24 anni, trovando il Campionato del Mondo solo a 29. Quattro anni in 500cc e poi il salto alle 250 dove trovò l'unica vittoria in carriera. L'ultima apparizione in pista del nord irlandese, che di fatto chiuse la sua carriera come pilota nel 2004 con Aprilia, è data Qatar 2007 in sella ad una Ilmor.

Tags:
MotoGP, 2010

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›