Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Elias non si ferma più, vittoria anche a Le Mans

Elias non si ferma più, vittoria anche a Le Mans

Lo spagnolo del team Gresini vince e trova la leadership mondiale nella classifica generale. Simon e Corsi completano il podio.

Partenza col brivido per la classe Moto2 nel Monster Energy Grand Prix de France con le cadute immediate di Karel Abraham (Cardion AB) e Dominique Aegerter (Tecnomag CIP), entrambi in costretti al ritiro. Davanti il poleman Kenny Noyes è l'unico non spagnolo nelle prime quattro piazze dove troviamo Elias, Debon e Fonsi Nieto.

Cattive notizie per Alex Debon, richiamato dalla direzione di gara per una partenza anticipata: "ride throught" e speranze di vittoria vanificate. Rientrerà ultimo. Abbandonano anche Yuki Takahashi, Axel Pons e Kenny Noyes dopo una caduta senza conseguenze.

A 20 giri dal termine Jules Cluzel e Xavier Simeon cadono praticamente in contemporanea all'altezza della curva due. Out anche De Angelis, sfortunatissimo in quest'inizio di stagione è costretto ad abbandonare dopo essere stato colpito dalla moto del belga.

Il ritiro del francese permette a Toni Elias di trovare la vetta della corsa in solitaria. Cade anche il leader del mondiale Shoya Tomizawa dopo un contatto con Mattia Pasini: fuori entrambi. Tutto sembra favorire lo spagnolo della Gresini Racing anche se Julian Simon e gli italiani Andrea Iannone e Simone Corsi appaiono in buone condizioni a meno di un secondo di distacco.

Il ritmo di Elias cresce giro dopo giro e per i rivali è impossibile andare a riprenderlo: seconda vittoria consecutiva e leadership del mondiale per il pilota di Manresa che precede sul traguardo il connazionale Julian Simon (Mapfre Aspar) per 2 secondi netti.

Bella sfida tra gli italiani Simone Corsi (JiR Moto2) e Andrea Iannone (Fimmco Speed Up), con il romano bravo a difendere il primo podio stagionale e a trovare la terza piazza nella classifica mondiale.

Gabor Talmacsi (Fimmco Speed Up), Sergio Gadea (Tenerife 40 Pons), Ratthapark Wilairot (Thai Honda PTT Singha Sag) e Fonsi Nieto (G22 Holiday Gym) completano le prime otto posizioni.

Buona prova degli altri italiani con Roberto Rolfo (Italtrans STR) 10º, Alex Baldolini (Caretta Technology Race Dept) 14º e Claudio Corti (Forward Racing) 15º. Primi punti per questi ultimi due.

Tags:
Moto2, 2010, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›