Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Elias, sulla strada giusta per il titolo

Elias, sulla strada giusta per il titolo

Lo spagnolo del team Gresini Racing continua nella sua marcia indirizzata al primo titolo mondiale Moto2. La continuità la sua arma migliore

Mentre tutti gli altri rivali dai grandi nomi continuano a stentare in questo inizio di stagione Moto2, Toni Elias sta conquistando fiducia e vetta della classifica a suon di risultati. Due vittorie, un quarto e un quinto posto fanno dello spagnolo il pilota ovviamente più vincente, ma anche più continuo della nuova categoria del Campionato del Mondo.

La gara del Mugello non è stata di quelle da ricordare, ma se consideriamo i pessimi risultati delle prove libere (addirittura il 20º tempo nelle FP2), il quinto posto finale e gli undici punti sommati sono sicuramente un bottino sufficiente per pensare positivo.

Sul Gran Premio d'Italia TIM Elias ha dichiarato: "Nel warm up ho visto Iannone andare molto forte ed ho detto alla squadra che oggi sarebbe andato via...Così è stato. Speravo di arrivare secondo, ma questo risultato per me va bene. Ho lottato molto, tutta la gara, e nell'ultimo giro ho cercato di attuare una buona strategia per la volata finale, ma non sono riuscito a mettermi nella posizione giusta".

"Ero troppo all'esterno ed ho anche rischiato di cadere al Correntaio; alla fine non ho ottenuto quello che volevo, ma sono comunque contento. Speriamo che questo sia il risultato peggiore della stagione, sono costante e dopo un fine settimana come questo del Mugello, guadagnare un punto sul mio diretto avversario è molto importante".

Il numero 24 del Team Gresini, che corre con telaio Moriwaki, è attualmente leader della classifica generale con 74. Il primo avversario, Shoya Tomizawa, è staccato di ben 19 lunghezze.

Tags:
Moto2, 2010, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM, Toni Elias, Gresini Racing Moto2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›