Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

TIM TT Assen: la conferenza stampa

TIM TT Assen: la conferenza stampa

Il podio di Silverstone con Lorenzo, Dovizioso e Spies, insieme a Casey Stoner e Álvaro Bautista per il tradizionale appuntamento con la stampa pre fine settimana.

Nemmeno il tempo di mentalizzare il risultato ottenuto in Inghilterra ed è già tempo di preparare il nuovo appuntamento nella cattedrale del motociclismo mondiale di Assen. Come sempre ha aperto il fine settimana la conferenza stampa a cui hanno presenziato il leader del mondiale Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha), i componenti del podio di Silverstone Andrea Dovizioso (Repsol Honda) e Ben Spies (Monster Yamaha Tech3), Casey Stoner (Ducati Marlboro) e Álvaro Bautista (Rizla Suzuki).

Il pilota spagnolo del team Fiat Yamaha, che dalla prossima settimana verrà affiancato nel box da Wataru Yoshikawa, sarà l'uomo da battere su un circuito in cui lo scorso anno si giocò la vittoria insieme a Valentino Rossi in una gara mozzafiato. Il numero 99 ha dichiarato ai microfoni della sala conferenze del circuito di Assen: "Arriamo con la solita voglia di fare bene. Ho visto la curva modificata ed è più veloce dello scorso anno e sono curioso di provare questa parte del circuito".

"Ho visto la gara Superbike e la curva Ruskenhoek sembrava un po' pericolosa, ma ora che l'ho vista dal vivo sembra ok!".

Secondo in classifica generale e con l'obiettivo chiaro di passare dai gradini del podio laterali a quello centrale, Andrea Dovizioso ha commentato così il fine settimana in arrivo..."Lorenzo è forte e la Yamaha pure. Ma noi stiamo facendo bene e stiamo migliorando. Siamo fiduciosi di potercela giocare con lui, abbiamo solo bisogno di iniziare a combattere".

Tra i più in forma nella classe regina, anche se i risultati non lo confermano pienamente, Casey Stoner doveva essere protagonista a Silverstone, e vuole esserlo ad Assen. Qui l'australiano ha vinto nel 2008, trovando il podio anche nel 2007 e 2009.

"Correre qui non è più come un tempo con la vecchia pista, di cui sono rimaste poche parti. Ho sempre faticato alla curva Ruskenhoek nelle ultime tre stagioni, quindi non mi spiace affatto che l'abbiano modificata!".

Spazio infine anche ai rookies Ben Spies e Álvaro Bautista. Per l'americano il compito, arduo, di provare a confermarsi dopo lo stupefacente podio di tre giorni fa; per lo spagnolo il bisogno di lasciarsi alle spalle l'infortunio e iniziare a correre per risultati soddisfacenti.

Tags:
MotoGP, 2010, TIM TT ASSEN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›