Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Brivio pianifica il rientro di Valentino

Brivio pianifica il rientro di Valentino

A seguito della giornata di test a Misano, il team manager Fiat Yamaha, ha fatto un resoconto della giornata che ha segnato il ritorno in pista del Campione del Mondo in carica.

È iniziata ieri la cavalcata di Valentino Rossi verso il recupero, lampo per il momento, che potrebbe riportarlo in sella alla sua M1 già il prossimo fine settimana al Sachsenring, per l'ottava prova del Campionato del Mondo MotoGP. Al suo fianco, non poteva mancare l'amico e team manager Davide Brivio, che ha così riassunto la giornata di test:

“Questo test è stato sicuramente molto importante perché ha permesso a Valentino di capire un po’ quali sono i problemi e cosa gli fa ancora male e cosa no. Direi che la gamba è andata abbastanza bene e la spalla ha ancora qualche dolore che era quello che ci aspettavamo. Di fatto questi sintomi riescono ad indicare qual è il lavoro di preparazione da fare in questi prossimi dieci giorni”.

Sulle possibilità di vedere Rossi in Germania, ha aggiunto, “Il fatto di poter correre o no al Sachsenring lo dovremo valutare la prossima settimana quindi penso intorno a martedì o mercoledì, proprio alla vigilia del GP, a seconda di come si sentirà lui e di come avrà lavorato in questi sette otto giorni saremo in grado di capire se ce la farà o meno”.

“È difficile poter fare un altro test perché non c’è più disponibilità di moto, visto che quella che ha utilizzato lui sarà a Brno nel fine settimana. Se il lavoro in palestra e di preparazione dovesse andare bene probabilmente si presenterà al Sachsenring e proveremo la M1 direttamente là”.

Brivio non ha voluto fare proclami, ma su una cosa si è detto sicuro: “Sinceramente l’ho visto molto contento di guidare una moto e probabilmente mi ha dato la sensazione che gli è mancata molto in questo periodo. Ha parlato della moto, ha fatto commenti, un po’ come se fosse un test normale. Ho visto il piacere di guidare ancora una moto”.

“Non era lo scopo quello di fare i tempi visto che la moto non è stata nemmeno toccata ne modificata, ma alla fine non ha fatto male. Chissà che lavorandoci non possa anche andar forte”.

Rossi ha completato un totale di 26 giri con una YZF-R1 e la prossima settimana deciderà se presentarsi o meno in Germania per tornare in sella alla M1.

Tags:
MotoGP, 2010, Valentino Rossi, Fiat Yamaha Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›