Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Yamaha e Valentino si separano al termine della stagione

La casa giapponese saluta l'italiano e lo ringrazia per i sette anni di vittorie. Al termine del 2010 Rossi non sarà più un pilota ufficiale Yamaha

Yamaha Motor Co., Ltd. annuncia che la collaborazione tra Valentino Rossi e Yamaha giungerà a conclusione al termine di questa stagione, con l'italiano che inizierà una nuova sfida. Yamaha e Valentino hanno trascorso insieme sette fantastiche stagioni e insieme hanno vinto ben quattro titoli mondiali.

Valentino ha giocato un ruolo da protagonista nella storia di Yamaha e rimarrà sempre una parte fondamentale della casa giapponese. Yamaha è estremamente grata al contributo di Valentino e dei suoi successi durante le sette passate stagioni e vuole augurargli il meglio per il futuro.

Yamaha farà di tutto per assicurare a questa collaborazione una conclusione di successo nelle prossime gare fino al termine della stagione.

Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha Motor Racing, ha dichiarato: "A nome della Yamaha Motor Group, vorrei esprimere la nostra sincera gratitudine per i sorprendenti sette anni che abbiamo trascorso insieme. Valentino si è unito alla Yamaha nel 2004 nel momento in cui da undici stagioni stavamo lottando nelle corse in pista senza una vittoria in campionato. La vittoria di Valentino nel suo primo GP con la Yamaha in Sud Africa nel 2004 è stato un momento incredibile ed è stata solo la prima di molte gare vinte, che hanno emozionato i fan della MotoGP e tifosi Yamaha in tutto il mondo. Le sue abilità insuperate come pilota e come sviluppatore gli hanno permesso di vincere quattro titoli mondiali MotoGP fino ad oggi con noi e ha contribuito a sviluppare la Yamaha YZR-M1, che è diventata 'la moto di riferimento' per la classe MotoGP".

"Ci sono state esperienze meravigliose, tante vittorie e siamo molto orgogliosi di essere stati in grado di fare la storia insieme. Pur con rammarico, accettiamo la decisione Valentino di cambiare, al tempo stesso rispettiamo pienamente la sua decisione di cercare una nuova sfida e gli auguriamo il meglio per il 2011 e oltre".

". Per le restanti otto gare del 2010, Valentino rimarrà un pilota ufficiale Yamaha. Come tale egli continuerà a beneficiare di tutto il nostro sostegno e ci auguriamo e ci aspettiamo di vedere qualche altra gara in più vinta con lui 'in blu' prima che la stagione sia finita!"

Da parte sua Valentino Rossi ha voluto salutare, a modo suo, Yamaha e la sua M1 con una lettera di cui riportiamo per intero il contenuto:

"È molto difficile spiegare in poche parole cos'è stato il mio rapporto con la Yamaha in questi 7 anni. Tante cose sono cambiate da quel lontano 2004, ma soprattutto è cambiata lei, la mia M1. All'epoca era una povera MotoGP da metà schieramento, derisa da buona parte dei piloti e addetti ai lavori. Adesso, dopo averla aiutata a crescere e migliorarsi la vedi lì, sorridente nel suo box, corteggiata e ammirata, trattata insomma come la prima della classe. La lista delle persone che hanno reso possibile questa trasformazione è lunghissima, ma io vorrei ringraziare soprattutto Masao Furusawa, Nakajima e il "mio" Atsumi in nome di tutti gli ingegneri giapponesi che hanno lavoratoduro per cambiare faccia alla nostra M1. J.Burgess e tutti i ragazzi della mia squadra che l'hanno accudita con amore sulle piste di tutto il mondo, e anche tutti i ragazzi e le ragazze che hanno lavorato nel team Yamaha in questi anni. Adesso però è arrivato il momento di trovare nuove sfide, il mio lavoro qua è finito. Purtroppo anche le più belle storie d'amore finiscono, ma ti lasciano un sacco di bei ricordi, tanti momenti paragonabili a quel primo bacio che ci siamo dati sull'erba di Welcome, dove lei mi ha guardato dritto negli occhi e mi ha detto 'Ti amo'."

Se vuoi vedere la foto della lettera di Rossi scritta a mano, clicca qui.

Tags:
MotoGP, 2010, Valentino Rossi, Fiat Yamaha Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›