Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi, Furusawa e Jarvis: la fine di un'era

Rossi, Furusawa e Jarvis: la fine di un'era

Il nove volte Campione del Mondo si congeda dal team Fiat Yamaha nel migliore dei modi e da martedì volterà pagina dopo sette anni con la casa giapponese.

Sette anni e quattro Campionati del mondo, senza contare le 46 vittorie e gli innumerevoli podi, incluso quello odierno. Valentino Rossi lascia Yamaha e il divorzio, questa volta, è consensuale. La gratitudine della casa giapponese nei confronti dell'italiano che ne ha fatto la recente storia permetterà al numero 46 di montare in sella alla Desmosedici GP11 già a partire da martedì.

La relazione tra Rossi e Yamaha si è conclusa oggi con una conferenza stampa a dir poco emotiva sul circuito di Valencia, conferenza che potrete seguire nel video in allegato alla notizia, insieme ad un secondo video nel quale lo stesso Valentino traccia il suo percorso con la fabbrica di Iwata dal 2004 ad oggi.

Valentino Rossi

"Questo è un giorno molto emozionante, ma sono molto felice anche perché non ho nessun rimpianto e non ci sono stati momenti brutti nel corso di queste sette stagioni con Yamaha. Fin dall'inizio è stato qualcosa di grande e abbiamo lavorato molto bene insieme. Come nella vita, nello sport i risultati sono fondamentali, ma altrettanto importante è il divertimento che non è mai mancato in Yamaha".

"C'è stata un'unione perfetta nel team: gli australiani, gli italiani, i giapponesi, gli inglesi e molti altri... un sacco di persone tutte insieme divertendosi. Se nel 2004 qualcuno mi avesse detto che avrei vinto quattro campionati del mondo con la Yamaha e 46 Grand Prix io avrei firmato col sangue! Sono felice".

"Devo ringraziare prima di tutto Masao Furusawa, perché abbiamo attraversato momenti difficili, ma siamo stati in grado di migliorare la moto e renderla la migliore, quindi non mi resta che dire un grande grazie a tutti coloro che mi hanno aiutato in questi sette stagioni, e auguro buona fortuna a tutti".

Masao Furusawa

"Vorrei ringraziare Valentino...Ho iniziato in MotoGP nel 2003 ed è stato un anno terribile, era quasi come se fossi all'inferno! Volevo davvero far diventare la YZR-M1 una moto migliore, ma più cercavo di riuscirci, più mi rendevo conto che avevo bisogno qualcos'altro, più che della moto".

"Così abbiamo trovato Valentino Rossi. Prima di tutto non credevo sarebbe venuto Valentino alla Yamaha perchè la moto non era forte, ma in qualche modo ha funzionato. Dopo il Sud Africa nel 2004, mi sentivo come se fossi in cielo, è stato un anno molto eccitante e memorabile".

"Nel 2004 Valentino era l'unico che arebbe potuto vincere con la YZR-M1 e il suo contributo è stato incredibile. Quest'anno non solo Valentino, ma anche altri tre piloti sono stati veloci e questo significa che la nostra YZR-M1 è una moto abbastanza buona. Voglio augurargli tutto il meglio in futuro".

Lin Jarvis

"Nel 2003, quando abbiamo avuto il nostro peggior anno di sempre in MotoGP, abbiamo capito che senza Valentino saremmo potuti tutti andare a lavorare! Lì abbiamo capito che avevamo bisogno di lui. Ci sono state alcune trattative interessanti e segrete con Valentino ed è stata una decisione molto importante ma, con l'appoggio di Masao Furusawa e il Presidente di Yamaha Motor Company, ci siamo riusciti".

"Con un impegno enorme da parte di Yamaha, gli ingegneri e tutta la squadra hanno lavorato a fondo. Siamo molto, molto grati a lui perché il suo arrivo ha davvero cambiato le cose per Yamaha. Gli siamo incredibilmente riconoscenti per questo".

"Abbiamo avuto momenti emozionanti e divertenti con lui e con il team che ha portato con sè. Oggi ci sarà da dire addio ad un gran numero di persone, tra cui Davide Brivio, Jeremy Burgess e tutta la squadra. Abbiamo trascorso momenti incredibili, è stata una squadra davvero eccellente e ci mancheranno. Domani sarà una giornata strana".

Tags:
MotoGP, 2010, GRAN PREMIO GENERALI DE LA COMUNITAT VALENCIANA, Valentino Rossi, Fiat Yamaha Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›