Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner è già l'uomo di punta Honda

Stoner è già l'uomo di punta Honda

In attesa che Pedrosa torni al 100% e che Dovizioso faccia il definitivo salto di qualità, ci pensa l'australiano a tenere alto il nome della casa giapponese nei test valenciani.

La Ducati, compagna per quattro stagioni, è già un lontano ricordo per Casey Stoner che da due giorni si sta impegnando a fondo per trovare il miglior feeling con la RC212V numero 27. Considerati tempi e dichiarazioni post test, sembra che l'australiano sia davvero a buon punto con il suo adattamento.

"Siamo felici e stiamo solo cercando di portarci avanti il più possibile, provare come molte cose perché ci sarà una lunghissima pausa ora e abbiamo bisogno di quanti più dati possibile," ha dichiarato il nuovo pilota HRC. "Abbiamo provato un paio di cose diverse oggi con l'elettronica e il telaio, cercando di migliorare il feeling e ci siamo riusciti. Abbiamo provato anche un paio di nuove componenti e delle nuove gomme e tutto è stato molto positivo".

"Non c'è molto di cui non sia contento! C'è ancora molto da fare con la moto per renderla più comoda. Abbiamo già trovato un setting ragionevole, ma dobbiamo migliorarne le sensazioni nel mezzo della curva, ma qui si tratta più che altro di spendere più tempo sulla moto perché ho uno stile diverso dalla maggior parte dei piloti. Di sicuro in questo momento con il set-up che abbiamo siamo molto felici".

Entrando maggiormente nei dettagli, Stoner continua: "Il motore gira davvero bene. Siamo in grado di uscire dalle curve in maniera assolutamente sciolta, qualunque cosa faccia con l'acceleratore. Anche il telaio da sensazioni positive e riusciamo a dare parecchio gas in uscita dalla curva. Anche quando la moto scivola un po', lo spostamento è minimo e questo è un bel cambiamento per me".

"Dobbiamo ancora cambiare alcuni parametri dell'elettronica che sembrano essere un po' limitati. Dobbiamo migliorare il freno motore, ma in due giorni abbiamo sicuramente fatto moltissimo".

Un ultimo pensiero sulla differenza tra la "sua" Desmosedici, e la nuova moto..."È normale che sia stato un po' strano il cambio, ma questa mattina mi sono sentito più a mio agio, così siamo stati in grado di lavorare di più rispetto a ieri, quando ho dovuto semplicemente girare per abituarmi alla moto. Oggi siamo stati in grado di andare avanti, speriamo nella giusta direzione".

Tags:
MotoGP, 2010, GRAN PREMIO GENERALI DE LA COMUNITAT VALENCIANA, Casey Stoner, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›