Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La stagione LCR Honda: parla Cecchinello

La stagione LCR Honda: parla Cecchinello

Le soddisfazioni, l'infortunio di Randy de Puniet, il 2011 e molto altro in questa intervista video all'ex pilota italiano.

È stata una stagione dai due differenti volti per il team LCR Honda: il primo ha visto senza dubbio grandi prestazioni di Randy de Puniet, addirittura in lotta per la pole position a Silverstone e Assen, il secondo ha dovuto fare i conti con l'infortunio e il recupero del francese in netta difficoltà nel finale d'annata.

Nonostante la gamba fratturata, il pilota francese ha perso appena un GP, riuscendo comunque a chiudere l'annata nella top ten e in questa intervista il Team Manager Lucio Cecchinello ci racconta come ha vissuto il 2010.

“Abbiamo fatto una buona stagione, soprattutto nella prima parte. Randy era sempre tra i migliori, lottando per la pole e anche per il podio in alcune gare. Eravamo molto soddisfatti, anche se poi l'infortunio ha cambiato gli equilibri,” ha iniziato Cecchinello.

“È capace di fare cose straordinarie, anche con la moto non perfetta o in condizioni fisiche complicate. Nelle sessioni infatti riuscivamo ad avvicinarsi alle performance di inizio stagione, ma durante le gare la condizione influiva troppo. Tutti nel paddock sanno che al 100% è un pilota da top5/6”.

Sul punto più alto della stagione Cecchinello ha continuato: “Il miglior fine settimana è stato sicuramente quello di Silverstone dove abbiamo sfiorato il podio e la pole. È stato incredibile perché erano anni che non si vedeva un team indipendente lottare per queste posizioni”.

“D'altra parte quello che è successo in Germania è stato tanto inaspettatto quanto doloroso, ma è stato fantastico vedere come Randy è tornato a lottare,” ha continuato l'italiano.

Nella prossima campagna sarà Toni Elias la nuova stella LCR... “Toni avrà bisogno di ritrovare il feeling con la MotoGP quindi i test invernali e le prime gare non saranno facili, ma speriamo di poter lottare per la top 6 e magari salire sul podio, come già ha fatto in passato. Toni ha dimostrato di poter battere addirittura Valentino Rossi e la possibilità di poter lavorare con l'attuale Campione del Mondo Moto2 è sicuramente la scelta giusta per continuare a far bene”.

Tags:
MotoGP, 2010, LCR Honda MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›