Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Guareschi, il lavoro sulla nuova Desmosedici

Guareschi, il lavoro sulla nuova Desmosedici

Il Team Manager e collaudatore Ducati in un'intervista a motogp.com sui dettagli tecnici della nuova GP11.

Vittoriano Guareschi, Team Manager e collaudatore Ducati, non poteva mancare tra i protagonisti del Wrooom di Madonna di Campiglio e questa mattina ha parlato col commentatore motogp.com Gavin Emmett per una descrizione approfondita del lavoro effettuato sulla Desmosedici GP11.

Nel video in allegato motogp.com vi offre un'intervista esclusiva con Vittoriano Guareschi, team manager di Ducati, che si addentra nei dettagli tecnici e in particolare aerodinamici della nuova GP11.

“Abbiamo una nuova carena con tagli diversi per migliorare il "drag", e ali più ampie rispetto al 2010. Abbiamo sviluppato questa nuvoa carena per avere meno drag e più aderenza,” ha iniziato Guareschi. “Il motore 2011 ha più curva di coppia, più accelerazione, ed è definitivamente più performante rispetto al 2010. È piu facile da capire in uscita di curva, un punto fondamentale su cui abbiamo lavorato moltissimo”.

Ampliando il discorso sull'aerodinamica, "Vitto" ha aggiunto: “Al momento non siamo ancora stati nella galleria del vento con Valentino, ma è già in programma un test con lui. Ovviamente se i risultati non dovessero essere soddisfacenti, ci metteremo al lavoro”.

Nella giornata di mercoledì Filippo Preziosi aveva già anticipato a motogp.com che il team avrebbe iniziato a provare a partire dal 17 gennaio a Jerez de la Frontera, e Guareschi ha specificato gli obiettivi di questa tre giorni.

“Avremo basicamente due linee di lavoro per i nostri test; Franco (Battaini, Collaudatore ufficiale) si concentrerà sull'elettronica, mentre per quel che mi riguarda scenderò in pista per migliorare setting e telaio. Speriamo solo non piova!”

Sull'impatto di Rossi e sull'influenza delle sue condizioni fisiche sullo sviluppo della moto, ha concluso: “Lo vogliamo in perfette condizioni. Quando sarà al 100% inizieremo a modificare la moto, ma prima dobbiamo recuperare lui”.

Tags:
MotoGP, 2011, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›