Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner imprendibile nella seconda tre giorni di Sepang

Stoner imprendibile nella seconda tre giorni di Sepang

Sempre davanti durante tutto il test, l'australiano fa suo il record della pista e non delude nemmeno sulla distanza gara. Bene anche le altre Honda. Regge Spies 5º per Yamaha, la prima Ducati è 10ª.

Terza e conclusiva giornata di test malesi, con cui si chiude definitivamente il doppio appuntamento di Sepang, circuito che ospiterà la 17ª tappa del Campionato del Mondo 2011 dal 21 al 23 ottobre. Ci si aspettava una Honda molto competitiva, ma ci si attendevano anche risposte importanti da Yamaha e soprattutto Ducati.

La casa con le ali non ha deluso e ha forse superato le aspettative con quasi tutti i suoi piloti, basti considerare che le prime quattro posizioni della classifica contano sui tre uomini Repsol Honda e su Marco Simoncelli (San Carlo Gresini). L'italiano numero 58 aveva già dimostrato tre settimane fa di poter essere molto veloce piazzandosi davanti a tutti, ma migliorare quel tempo (2'00.757) di quasi 6 decimi non è stato sufficiente per mantenere lo status di numero uno...

Troppo rapidi sia Casey Stoner che Dani Pedrosa con l'australiano nuovo detentore del record della pista grazie ad 1'59.665 registrato nel secondo giro di oggi e lo spagnolo, decisamente recuperato fisicamente, ad appena 138 millesimi di ritardo. Entrambi riescono così nell'impresa di correre i 5548 metri del tracciato malese sotto i 2 minuti netti. Chiude il gruppo della top4 l'ultimo pilota HRC Andrea Dovizioso, veloce, ma già lontano più di otto decimi dal compagno di squadra numero 27.

Chiuso il "gruppetto" Honda, si apre quello degli inseguitori Yamaha. Ben Spies è ancora una volta il migliore in pista per la casa giapponese, che quest'anno compirà 50 anni nel mondo delle corse motociclistiche, con il texano che ferma il cronometro a 2'00.678. Ciò significa che il pilota Yamaha più veloce accusa 1 secondo netto sul giro veloce dal rivale Honda più forte, al momento troppo. Seguono Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3) e Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) rispettivamente in 6ª e 7ª piazza e con lo spagnolo impegnato in simulazioni di gara più che nella ricerca del tempo sul giro.

In ottava e nona posizione troviamo Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) ed Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), gli unici protagonisti in negativo della giornata con una caduta ciascuno, senza conseguenze.

Il capitolo Ducati si apre ai margini della top ten: il più rapido della casa di Borgo Panigale è Hector Barberá, per la prima volta in pista con i nuovi colori del team Mapfre Aspar (rosso e bianco), mentre per il rientrante Valentino Rossi l'11ª piazza ha un gusto abbastanza amaro. L'italiano, oltre ad aver perso l'intera giornata di ieri a causa della febbre, non ha fatto grandi passi in avanti a livello di cronometro rispetto al primo test, fermandosi oggi a 2'01.469.

Tempo identico per il compagno di squadra Nicky Hayden che si tiene alle spalle Loris Capirossi (Pramac Racing) per appena 24 millesimi di secondo. Completano il gruppo MotoGP Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3), Randy De Puniet (Pramac Racing), Toni Elias (LCR Honda) e Karel Abraham (Cardion AB).

Tags:
MotoGP, 2011

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›