Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Ciak, si gira: in Qatar torna il Campionato del Mondo MotoGP

Ciak, si gira: in Qatar torna il Campionato del Mondo MotoGP

Prima tappa della stagione per classe regina e subordinate sotto i riflettori dello spettacolare circuito di Losail.

Si apre il sipario. Torna la MotoGP. Il teatro, come ormai tradizione sarà il circuito Internazionale di Losail in Qatar, dove le stelle della classe regina hanno appena concluso l'ultimo test pre-stagionale e dove giovedì si inizierà, finalmente, a fare sul serio con Jorge Lorenzo a difendere il titolo conquistato nel 2010.

Il trio Repsol Honda formato da Casey Stoner, Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso ha dominato la pre-season, inclusa la due giorni di test in Qatar chiusi ieri, con le RC212V ufficiali sempre ai primi posti sia in Malesia che a Losail. Se a questo aggiungiamo che l'australiano, con la Ducati, ha stravinto per tre anni consecutivi la gara d'apertura (2007-2009), è facile immaginare chi parte favorito questo fine settimana. Pedrosa, fisicamente al 100% e Dovizioso, mai così veloce ad inizio stagione, saranno rivali ostici del numero 27.

Lorenzo non è mai sceso dal podio da quando corre a Losail in MotoGP e nonostante dei test poco convincenti sarà sicuramente tra i protagonisti sulla via della difesa del suo primo titolo massimo. Il pilota Yamaha Factory Racing sarà affiancato dal nuovo compagno di squadra Ben Spies, tra i più attesi a Losail.

Senza dubbio grande attenzione sarà per Valentino Rossi, il cui inizio con la Desmosedici GP11 non si può definire idilliaco. Il problema alla spalla, la febbre a Sepang, un paio di cadute in Qatar e un distacco importante dalle Honda non lo mettono tra i favoriti per un esordio che tanti vorrebbero fossero come quello di Sud Africa 2004. Per il più esperto Nicky Hayden, al terzo anno con la rossa, le cose per il momento non vanno meglio, ma si sa, in gara tutto può cambiare.

Il duo del team San Carlo Honda Gresini Marco Simoncelli e Hiroshi Aoyama non hanno certo deluso le aspettative in pre-season e ora l'obiettivo sarà quello di trasformare il buon lavoro fatto in risultati "sonanti". Attesi al secondo anno come loro, ci saranno anche Álvaro Bautista, unico esponente per Rizla Suzuki e Héctor Barberá (Mapfre Aspar Team).

Il pilota del team Monster Yamaha Tech 3 Colin Edwards ha mostrato buone prestazioni fino ad ora con la sua M1 e lo stesso vale per il francese Randy de Puniet con la Desmosedici Pramac, stessa moto di un Capirossi ancora in difficoltà, ma pur sempre in continuo miglioramento.

Il ritono di Toni Elías nella massima categoria vedrà lo spagnolo in sella alla RC212V del team LCR Honda, e con lui ci saranno due rookie: Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) e Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3). Per quanto riguarda l'ultimo dovrà essere operato ad un dito della mano sinistra infortunato dopo una caduta nell'ultima giornata di test a Losail.

Il Commercialbank Grand Prix of Qatar si terrà nell'arco di quattro giornate, iniziando da giovedì 17 marzo. Le prime libere MotoGP sono programmate per le 19.55 ora locale.

Tags:
MotoGP, 2011, COMMERCIALBANK GRAND PRIX OF QATAR

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›