Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Cecchinelli spiega il nuovo regolamento della classe Moto3

Cecchinelli spiega il nuovo regolamento della classe Moto3

Dopo la recente pubblicazione del regolamento tecnico per la nuova categoria 250 a 4 tempi, che verrà introdotta a partire dal 2012, motogp.com ha intervistato il direttore tecnico MotoGP al fine di delineare le caratteristiche principali della classe che andrà a sostituire la 125.

Corrado Cecchinelli, direttore tecnico MotoGP, ha parlato con motogp.com riguardo alla nuova categoria Moto3, dopo l'annuncio del regolamento tecnico per la nuova classe che verrà inaugurata il prossimo anno. Nel video allegato, Cecchinelli fornisce una panoramica sulle caratteristiche delle nuove moto 250 a quattro tempi e le sue aspettative circa l’impatto della novità sul Campionato del Mondo sia in termini di qualità delle corse e sviluppo tecnologico, sia sui benefici finanziari che seguiranno il lancio della Moto3.

Cecchinelli ha dichiarato: "Il motivo principale di tutto ciò, è da far risalire nella ricerca di un qualcosa in sintonia coi tempi attuali, poichè ormai la maggior parte degli appassionati e degli addetti ai lavori, non è più interessata ai motori a due tempi. In aggiunta, siamo convinti che, visto il numero di limiti nei regolamenti, sarà una moto con costi di produzione e manutenzione contenuti, che andranno così ad aprire la competizione a più piloti. Sicuramente gioverà all’immagine di questo sport e si allineerà con le altre categorie, permettendo così il primo passo per la crescita di un pilota".

"Il motore sarà un prototipo e sarà un 250. Sarà un motore monocilindrico ad iniezione che influirà meno sui costi e assicurerà più affidabilità. La moto sarà vista come un tutt’uno con il pilota, come in 125, e peserà 148 chili: proprio a questo mi riferisco quando dico che il processo di crescita del pilota sarà più giusto ed equilibrato dato che le differenze di peso fra i piloti influiranno meno. Avremo sicuramente molte più moto in gara e la competizione sarà ancora più interessante per i fan.

Tags:
MotoGP, 2011

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›