Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Terza fila per Rossi, tredicesimo Hayden

Terza fila per Rossi, tredicesimo Hayden

Turno di qualifiche che pone in nona posizione il pilota italiano e in tredicesima l'americano.

In una giornata caratterizzata da un tempo incerto, i due piloti del Ducati MotoGP Team hanno faticato più del previsto a trovare il set-up migliore per le qualifiche del bwin Grande Prémio de Portugal.

Il terzo turno di libere, corso su pista prevalentemente umida, è stato positivo per entrambi, con Hayden terzo e Rossi quarto, mentre la sessione pomeridiana, asciutta ma con la pista sporca in più tratti, ha visto l’italiano chiudere nono e l’americano tredicesimo.

Valentino Rossi, Ducati MotoGP Team:
“Sono un po’ deluso della mia prestazione di oggi perché mi aspettavo di fare il quinto o sesto tempo e la seconda fila, quello era il target. Sfortunatamente invece ho fatto più fatica del previsto, non sono riuscito a guidare come ieri e non ho potuto lottare per una posizione che ci avrebbe fatto più contenti. Ho sofferto un po’ le condizioni della pista, anche se comunque ovviamente erano uguali per tutti. Non avevo sufficiente “grip”, soprattutto sul davanti, e stiamo cercando di capire perché. Per domani dobbiamo quindi provare a migliorare qualcosa nell’assetto dell’anteriore per aumentare il feeling e cercare di fare comunque una buona gara. Credo che il passo ottimale sarà intorno al 1’37.5 e riuscire ad arrivare a 1’37… “alto” mi farebbe già contento, ma per farlo dovremmo trovare qualcosa. Non mi pongo la questione di una eventuale gara bagnata perché se è vero che magari potremmo divertirci di più, correre sull’asciutto può darci la possibilità di capire più cose, quindi in realtà entrambe le opzioni vanno bene”.

Nicky Hayden, Ducati MotoGP Team:
“Ieri pensavo di aver fatto un passo in avanti per cui il tredicesimo tempo mi lascia molto deluso, anche considerando la terza posizione di stamattina, che suonava molto meglio: avevamo usato le “slick” nonostante la pista fosse umida a chiazze e riuscivamo a girare bene. Nel pomeriggio era asciutta, a parte un paio di punti, ma decisamente più sporca e fredda, cosa che non ci ha aiutato con le gomme. Per qualche motivo non siamo riusciti a far lavorare bene la prima anteriore che abbiamo montato e lì abbiamo perso un po’ di tempo. Inoltre, cercando di migliorare l’assetto per far curvare meglio la moto, abbiamo fatto un tentativo un po’ estremo e abbiamo perso la strada. Chiaramente domani dobbiamo far meglio e provare comunque a fare una buona gara”.

Tags:
MotoGP, 2011, bwin GRANDE PREMIO DE PORTUGAL, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›