Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Marco Simoncelli il più veloce nei test

Marco Simoncelli il più veloce nei test

Le previsioni metereologiche parlavano di pioggia per il pomeriggio ma per fortuna neanche una goccia è caduta sul circuito di Estoril dove la sessione di test ufficiali MotoGP si è conclusa senza nessun problema. Il miglior tempo all’uomo di San Carlo Honda Gresini.

I piloti e le rispettive squadre hanno avuto modo di continuare i test per tutto il giorno senza la preoccupazione di una pista sporcata dall’arrivo del maltempo. In questa seconda parte della giornata, il miglior tempo è stato registrato da Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) che al 62º giro dei 70 percorsi, passa la linea del traguardo con un 1:36.211, addirittura sette decimi in meno del record del circuito di Dani Pedrosa, 1:36.937. Il lavoro sulla frizione e l’utilizzo di una nuova regolazione per la forcella hanno permesso al pilota di San Carlo Honda Gresini di essere il più veloce.

Secondo miglior tempo per il Campione del Mondo in carica, Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che chiude con 1:36.316, poco più di un decimo rispetto all’italiano. Stessa moto usata durante il weekend di gara, con nuovi componenti elettronici e modifiche alle sospensioni.

Mantiene la stessa moto anche l’australiano Casey Stoner (Repsol Honda), che abbassa il tempo fatto segnare nella prima parte della giornata di quasi un secondo, con 1:36.602 nella 34esima tornata delle 49 totali.

L’esordiente Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3) è sceso in pista con un differente set-up nell’intenzione di migliorare lo stile di guida, con modifiche al telaio e all’elettronica, mettendo a referto un 1:36.850 nel 70º giro dei 71 fatti.

Valentino Rossi (Ducati Team) leva quasi 9 decimi al tempo fatto registrare prima della pausa: l’italiano corre 82 giri della pista e al 65º inchioda il cronometro sul 1:37.382, il quinto miglior tempo della giornata.

L’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3) non cambia il set-up ed ottiene un 1:36.850 nel 39º giro dei 51 fatti. La presenza dei tecnici Bridgestone intorno all’esperto pilota ha lasciato intendere una possibile prova delle nuove mescole della casa giapponese.

Ben Spies (Yamaha Factory Racing) ha avuto modo di lavorare sulle sospensioni (1:37.110 miglior giro), mentre l’altro pilota Repsol Honda, Andrea Dovizioso, ha sfruttato i dati raccolti durante la gara di ieri senza modificare la propria moto, segnando un 1:37.460.

Nicky Hayden (Ducati Team) conclude la sessione con il nono miglior tempo, 1:37.463, solo 3 millesimi di differenza con il quarto classificato nella gara di ieri, Dovizioso.

Il vincitore, Dani Pedrosa, non ha potuto completare la sessione, ritirandosi dopo 17 tornate. Il catalano ha provato una nuova frizione ed ha lavorato sul set-up da gara, ma il dolore avvertito in pista, gli ha impedito di continuare: ora per lui riposo in vista di Le Mans. Pedrosa termina decimo, a circa un secondo e mezzo dal tempo di Simoncelli.

Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini) ha tenuto lo stesso set-up di ieri cercando di perfezionarlo con quanto visto durante la gara ed apportando delle modifiche all’elettronica (1:38.032).

L’esordiente Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) ha girato poco perchè ancora dolorante al gomito dopo la caduta di ieri, ma ha lavorato per ottenere più grip dalla gomma posteriore (1:38.087). Il pilota di LCR Honda, Toni Elias, è sceso sul tracciato con modifiche nel reparto freni, alle sospensioni e la telaio (1:38.412). Quattordicesimo Loris Capirossi (Pramac Racing) con 1:38.633.

Tags:
MotoGP, 2011, bwin GRANDE PREMIO DE PORTUGAL

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›